11 Commenti

Marcia indietro del Comune: mostra internazionale annullata 'L'Arte e il Torchio', così Cremona ha perso la faccia per 12mila euro

arte-e

Dodicimila euro di contributo. Una piccola somma che fa perdere la faccia a Cremona: è questa la cifra che il Comune ha negato agli organizzatori de “L’Arte e il Torchio” per mettere insieme la grande rassegna di opere a stampa del 2013 in Santa Maria della Pietà che avrebbe portato in città espositori dei 27 Paesi europei. In questi giorni gli organizzatori stanno rispedendo al mittente le opere agli artisti che le avevano già inviate con grande entusiasmo e sollecitudine. Una figuraccia che il Comune poteva risparmiarsi, anche perchè il sindaco Oreste Perri, a maggio aveva garantito la disponibilità al finanziamento agli organizzatori (in prima fila Tarquinio ed Elvieri) ricevuti nel suo studio. Poi il voltafaccia dei giorni scorsi: non ci sono soldi. Eppure erano già in moto i grandi musei europei: da quello di Vienna a quello di Cracovia, da quello di Atene a quello di Dresda. L’interesse per questa ottava edizione, rivolta a tutti i paesi dell’Europa sarebbe stata enorme anche come richiamo e impatto turistico. Sono già partite le nuove lettere a tutti gli artisti (centinaia di inviti erano stati spediti in primavera): fermi tutti, non mandate opere, l’edizione 2013 è sospesa. Davvero il Comune non può trovare quella cifra? Davvero non può tagliare altrove e rimediare?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • germana

    si potrebbe trasferire a New York, magari abbinata alla liuteria …. per informazioni rivolgersi all’ Ente Fiera ….

    • marcog

      ottima scelta, amministratori contenti: usiamo cremona per fare pubblicità ad eventi fuori dal territorio, poi se non vengono i turisti a cremona è un “danno collaterale”…il turismo tanto è solo costi e distintivo, sigh

  • Oscar

    Però abbiamo delle beole bellissime…

    • Dani

      Mi hai tolto le parole di bocca…

    • Strady

      Belle sì, speriamo che queste durino più dei cubetti di porfido (spesso stranamente profondi la metà – cioè fette dei normali cubetti – non li avremo mica pagati per intero!?) che si staccano ogni volta che un camion fa manovra.

      Appena finito con le beole si dovrà riparare il danno fatto dai bus nelle vie dove sono stati deviati. Ad esempio la fascia centrale di via Cavallotti è in mille pezzi e costerà molto più di 12’000 euro ripararla.

      Su queste belle strade, rassodanti per seno e glutei se percorse in bici, la velocità di 30 Km/h deve essere fatta rispettare dai cari, sempre affaccendati, vigili urbani.

    • ABC

      Carla hai colpito nel segno pavimentazioni ….. E entrata di San imerio la chiesa del vicesindaco ! Il bello che i lavori sono iniziati tre giorni fa … immaginatevi il casino con l’inizio della scuola ! DEI GENI !

    • ABC

      Me sa che gum de le beule pensanti anca in cumún !

  • carlo

    un po’ meno pavimentazioni di pregio, magari?
    e tanto per restare in tema, perché la pietra di luserna davanti a sant’imerio? perché è la chiesa del vicesindaco??

  • Federico Santini

    Ma dai , 12.000 per quanti visitatori?
    Fate piuttosto il carnevale per i bambini, o cambiate i cestini, o pulite le strade, bonificate la Tamoil, o datteli ai disabili o comprate dei macchinari medici, o fate uno screening per diabetici, o alle donne per il tumore al seno.
    Ma 12.000 per una due giorni che interessa a pochi….paghino di tasca propria
    Basta sprechi per gli interessi di pochi

    • Michele

      Eccolo, è arrivato: da “L’Arte e il Torchio” a “L’Arte e il Tirchio”, evvai!

  • Michele

    Da “L’Arte e il Torchio” a “L’Arte e il Tirchio”, evvai, avanti cos’!