Cultura
Commenta37

300 opere, 200 artisti da tutta Europa: salta tutto

AGGIORNAMENTO – Lega Nord dura con l’assessore De Bona, per bocca del commissario cittadino Borghesi: “Apprendo con stupore e preoccupazione la risposta dell’assessore alla cultura alla nostra richiesta di stanziare i 12.000 euro necessari per consentire lo svolgimento della manifestazione”.

“La manifestazione è giudicata eccellente ed il problema è la totale mancanza di fondi: ci permettiamo di suggerire che, invece di pensare ad aumentare l’IMU, per trovare i soldi necessari il Comune potrebbe diminuire i costi per le consulenze o i premi ai dirigenti”. “Inoltre – conclude Borghesi – se quanto dichiarato dall’assessore corrispondesse al vero vorrebbe dire che lo stesso, dovendo rinunciare ad un evento di tale portata per l’indisponibilità di somme così modeste,  si trova nella totale impossibilità di porre in essere una politica culturale e quindi pensiamo che farebbe bene a rimettere le deleghe nelle mani del sindaco”.

L’assessore alla Cultura Nicoletta De Bona, attraverso le colonne del quotidiano locale, era intervenuta in modo drastico: “La mostra l’Arte e il Torchio è una manifestazione d’eccellenza, nessuno lo mette in dubbio, ma le risorse non ci sono. Nel bilancio di maggio saremo costretti a fare ulteriori tagli. Vogliamo aumentare l’Imu per far la mostra?”. Dunque nelle pieghe del bilancio alla Cultura non c’erano 12mila euro per la mostra sull’incisione ormai di livello europeo? Questione di priorità di scelte, non di fondi. Secondo gli organizzatori della manifestazione gli artisti de l’Arte e il Torchio variano ad ogni edizione dai 250 ai 350 (compresa la mostra di Soncino), rappresentanti di circa 50 nazioni di ogni parte del mondo. L’edizione 2013, sospesa per il mancato contributo da parte del Comune, era articolata in diverse mostre. A Cremona: “L’Europa nel segno” con l’invito a circa 80 fra i maggiori artisti dei 27 paesi della Unione Europea, con 2 opere ciascuno di medio e grande formato; la seconda mostra “Incisione Italiana Under 35” vedeva la presenza di 20 giovani autori selezionati di varie regioni italiane con 2 opere ciascuno (parte delle opere, come nelle precedenti edizioni, sarebbe stata donata alla città di Cremona, per la Collezione d’arte grafica del Museo civico Ala Ponzone). A Soncino, la terza mostra con la sezione dedicata agli ex libris intitolata “Il cinema europeo negli ex libris” con più di 100 artisti di varie nazionalità. Un totale quindi di circa 300-350 opere in mostra. Si prevedevano dai 3000 ai 5000 visitatori alle mostre, provenienti dalle altre province e dall’estero. Per questi numeri forse qualche capriola in più sul bilancio bisognava farla.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti