27 Commenti

Gazebo di Casa Pound al Cambonino, quartiere blindato

casapound-3

foto di Francesco Sessa

Quartiere Cambonino “blindato” per il gazebo di Casa Pound. Dalla mattina, Polizia, carabinieri e Polizia Locale hanno presidiato l’iniziativa del gruppo di estrema destra su diverse questioni: la protesta dei minatori della Sardegna (“L’Europa vieta gli aiuti Stato in Italia – si legge nel volantino – ma consente sovvenzioni a produzioni carbone tedesche ed elargisce miliardi al settore finanziario. Difendi il carbone italiano. Autarchia europea”), il gattile a Cremona (“Tendi la zampa, aiuta il gattile”) e in particolare la proposta di legge di Casa Pound su Equitalia (“Firma la legge, ferma Equitalia). Nessuna particolare tensione da segnalare durante lo svolgimento del volantinaggio.

Foto di Francesco Sessa

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Luca Migliorati

    Invece che parlare di questo inutile gazebo, non era forse meglio della festa che si è svolta ieri sera? Tanta gente, tanta musica ma soprattutto un bellissimo clima in cui noi ragazzi del Cambo abbiamo voluto dire che il Cambo è fatto anche di giovani che hanno voglia di cambiare questo quartiere, non solo di giovani problematici. Purtroppo è facile attaccarsi ai soliti luoghi comuni sul Cambonino, ma se foste onesti oltre alle notizie “negative” dareste anche quelle positive!

    • Cocco Bill

      Perfetto! E’ una vergogna continuare a dare spazio (provocatoriamente) alle iniziative di fascisti come Casa Pound, ignorando quanto di positivo accade comunque in città…
      Pound, oltretutto, è stato un grandissimo poeta, del cui nome si sono appropriati indebitamente i postfascisti italiani…
      Che comincino a restituire Pound alla cultura internazionale, visto che è patrimonio di tutti!

      • IndomitoDisturbo

        Non dire cazzate per favore. Pound teneva un programma radiofonico già nel 43′ nella dimenticata Repubblica di Salò e supportò il fascismo fino all’ultimo. Non finì in prigione a pisa per niente…tappati la bocca ignorante.

        • Cocco Bill

          Ignorante sarai tu. Studiati un po’ di letteratura. Magari Pound non l’hai neanche letto… Sarebbe come dire che Celine era fascista e appartiene solo ai fascisti come te in quanto – in un momento della sua vita – ha aderito ad alcune idee detestabili del fascismo…
          Sei ridicolo. Se anche gli eredi del poeta hanno fatto causa a casa Pound… un motivo ci sarà.
          Piuttosto, al di là di tutto, fareste meglio a tornare nelle fogne. Altro che gazebi!

          • Zampirone

            E tu studiati la storia Cocco Squill. E poi continui a ricordarlo come poeta… forse dall’alto della tua saccenza non ricordi (o non sai) che ha scritto anche saggi in cui ha progettato i fondamenti di una nuova economia che ancor oggi non è stata applicata e potrebbe contribuire non poco a portare fuori dalla crisi.
            Io non so come la vedi tu, ma quelli di C. P. I. almeno fanno delle proposte e le mettono sul piatto. Quelli di Kavarna e Dordoni si spanano i neuroni a furia di canne e party ma proposte concrete ed ELABORATE ne vedo proprio pochine… tranne forse le solite citazioni apocalittiche sul rifiuto della società costituita e via dicendo: bel modo di risolvere i problemi…

          • Cocco Bill

            Il tuo/vostro modo di guardare alla politica e alla Storia fa venire il latte ai gomiti. Su qualunque enciclopedia (dalla Larousse alla Oxford, persino su Wikipedia…) Pound è ricordato come uno dei massimi poeti del Novecento, lo stesso Hemingway lo scrisse che “le migliori poesie di Pound saranno ricordate finché esisterà la letteratura”.
            Poi, come putroppo capitò ad altri grandi (ad esempio Celine o Hamsum…), finì per abbracciare il fascismo…
            Chi discute dell’esistenza stessa di casa Pound, per voi fascistelli da quattro soldi, dovrebbe appartenere ai comunisti o ai centri sociali. Una visione puerile della politica e del confronto fra idee.
            Io sono un liberale, difendo questo straccio di democrazia repubblicana. Voi ammantate proposte politiche (sociali, economiche…) di principi illiberali, razzisti, violenti.
            Siete una minaccia vera della pseudo libertà che viviamo e se fossimo in un Paese serio vi avrebbero già tappato la bocca e rispediti nel vostro patetico inferno di nostalgici del Ventennio…

          • Zampirone

            Bau bau bau… bau bau bau… bau bau bau… bau bau bau!!!

          • Zampirone

            Ah, ok , quindi l’immagine tradizionale di un intellettuale non si può cambiare. Quindi, ragionando come te, Leopardi, anziché uno splendido filosofo naturale che ha anticipato alcuni aspetti delle scienze contemporanee (come certa recente critica ha dimostrato) dovrebbe rimanere un gobbetto malefico pessimista e passatista… complimenti! Ottimo spirito di ricerca… vai così che vai bene 😀

          • Cocco Bill

            Immagine tradizionale? Era un poeta, che ha aderito al Fascismo. Ed è comunque letto/ricordato in tutto il mondo per le sue poesie più che per l’adesione al fascismo.
            Anzi, dirò di più: idee valide o meno per cambiare il mondo, l’adesione di Pound al fascismo è vista da me (e immagino da tanti liberali antifascisti) come un grave errore per cui – giustamente! – ha pagato.
            Ma grazie al carcere sono nati i Cantos…
            L’indulgenza nei confronti del grave errore di aderire al fascismo con cui molti giudicano il suo genio poetico (ad esempio di Hemingway)è dovuta proprio al corpus poetico che ha prodotto. Se così non fosse stato sarebbe giustamente confinato tra i pessimi ideologi letterario-filosofici del fascismo (vedi Evola), letti solo da fascisti…

          • Zampirone

            “Fogna” saranno il Dordoni e il Kavarna, caro Coccodì. Vogliamo mandare i Nas, la Finanza e la Questura a fare un’ispezione e vediamo cosa viene fuori? Ci sarebbe da divertirsi, credimi…

    • Q

      bravo Luca

      • Zampirone

        Lascia stare Evola per favore, abbi almeno questo buongusto, almeno non prima di esserti documentato. Che fai parte di una cultura un po’ scolastica e superata lo posso capire, certe cose a scuola non le insegnano, ma non per questo non devono esistere dei filoni di ricerca che stanno portando alla luce verità di cui tu, probabilmente, non hai neanche una vaga idea (e non parlo della società Thule, voluta dal Fuhrer, tanto per chiarirti subito le idee).
        Se dici che Evola abbia sbagliato ad innalzare la razza ariana sopra le altre è un’opinione e la rispetto. Ma che sia esistita una civiltà artica (quando, circa 5mila anni prima di Cristo l’artico era probabilmente libero dai ghiacci) di cui si trovano tracce negli inni vedici, nell’Avesta, nella mitologia celtica e persino nell’Iliade e nell’Odissea, una “razza” che poi è “discesa” in seguito ad un mutamento climatico – i cosiddetti iperborei), è una cosa che è stata teorizzata anche da parecchi studiosi universitari, tra cui Bal Gangadhar Tilak in “La dimora artica nei veda” (era un dotto bramino indiano che poco aveva a che fare col Nazionalsocialismo!), e lo ha fatto con dimostrazioni molto più convincenti di quelle di Evola. Cosa credi che volesse dire Nietzsche quando scrisse “Oltre il nord, oltre il ghiaccio e la morte: la nostra vita, la nostra felicità”???? Che voleva andare in vacanza in Groenlandia??? Errare è umano ma perseverare…

    • Giancarlo Pizzinato

      Quando un ufficiale giudiziario si presentera’ a casa tua presentandoti un conto di svariate migliaia di euro per una multa di anni fa di cui non sapevi nemmeno l’esistenza, organizzagli una bella festa al cambo con tanta musica e un bellissmo clima.

  • Attilio Regolo detto il Gandhi

    Non dire ca**ate a Lui?
    A Lui? Portavoce Ventennale di un’eco che ci ha ridotti così?
    Lui? L’estensore, con ampia gamma vocale, della politica “ruspante” quella del Sindaco Corada che dilapidava denari solo perche’ c’erano?
    E adesso che non ci sono piu’, invece di recriminare, sotterra tutti, tranne lui, con un sorriso che diverte solo lui?
    Si vede che sei un idealista!
    Che Pound era, anzi E’ fascista, è talmente evidente che negarlo è impossibile. E tentarlo…
    Però che l’individuo si tappi la bocca è alquanto difficile: non sa fare altro.
    E infine, occhio :
    il DNA non mente e quello di Cocco Bill e’ il DNA di un cacciatore di Fascisti che sul carniere pieno ha costruito una vita: una bella vita. Del resto si sa: ciò che muove un cacciatore è l’invidia.

    Aggiungo solo una considerazione: Mussolini, in tre anni, dal 1919, piazza SanSepolcro, Milano, alla Marcia su Roma perfezionò l’idea e l’offerta per il popolo Italiano che ne potè godere fino al 1938. Non incancrenitevi in azioni decennali e inconcludenti del tipo al quale siamo troppo abituati in questi tempi.
    E invece di dedicarvi a questioni di vil denaro riappropriatevi degli scritti della Scuola di Mistica Fascista: apre la mente, conforta il cuore, coccola i sogni.

    Viva l’Italia.
    Un saluto Romano
    (mi ha detto di salutarvi, romanamente, anche Giovanni)

    • Cocco Bill

      Negli scritti di mistica fascista si dice anche che fereste meglio ad andare a nascondervi, prima che vi prendano?
      Siete un tumore da estirpare, una malattia, un incubo ad occhi aperti.
      Se fossi veramente un cacciatore di fascisti, come vai blaterando… beh, verrei sicuramente a prenderti per espellerti dalla Storia contemporanea di questo Paese dei cachi…

  • MIA MAL

    CHE PAGHINO LORO LE FORZE DELL’ORDINE…..

    • e’ sbagliato mandare le forze dell’ordine.

      • Cpi Cremona

        Non lo scegliamo noi di avere il presidio circondato dalle forze dell’ordine.
        Anzi, non permette alla gente di avvicinarsi ed informarsi come vorremmo.
        È una prassi obbligatoria per qualsiasi manifestazione politica.
        La vostra frase è populismo.

  • Cpi Cremona

    Chiudiamo il discorso Pound. 
    Poeta? Si. Fascista? pure. Se alcune enciclopedie riportano solo la voce poeta, è il limite della “stampa di comodo”. La famiglia ha fatto causa? Si. E l’ha pure persa.
    Come cita zampirone, ci sono teorie economiche di pound che, se applicate, farebbero star meglio parecchie persone. Ovvero il popolo. E andrebbero a distruggere il potere plutocratico e usurocratico delle banche.Vorrei  chiarire che Pound padroneggiava  l’economia, mise in crisi l’establishment americano e quell’usurocrazia che vinse la 2 guerra mondiale . Questa grande usura, temendo le informazioni portate avanti dal poeta, decise di rinchiudendolo in manicomio, bollandolo come pazzo.
    Ciò che fece paura agli organi di signoraggio fu la documentazione e le idee che Ezra espresse con i Cantos: idee economiche e politiche in pieno contrasto con l’establishment americano. Pound era in dissidenza con le idee liberalcapitalistiche e gli interessi economici di America ed Inghilterra. si interessó fortemente  alla teoria socialcreditizia  della moneta-lavoro, in contrapposizione alla moneta-oro. Teorie fondanti, ricordiamolo, proprio della Repubblica Sociale Italiana, nonché teorie dalle quali si può prendere spunto anche oggi; La prima ,quella socialcreditizia, che in sintesi esclude il prestito ad interesse di privati e presuppone che sia lo stato stesso ad incentivare il popolo con prestiti sociali, abbandonando la moneta-oro sostituendola con la moneta-lavoro (non soggetta ad esigenze di mercato ed a sovrapproduzioni che affamano il popolo).
    Secondo punto fondamentale sul quale Pound scrisse fu il lavoro. vi ricorda qualcosa la frase “lavorare meno per lavorare tutti” ? Ebbene pound si schieró contro il capitalismo e l’usura che tentano di schiavizzare il cittadino in un circolo vizioso fatto di prestiti e lavoro massacrante. Si pose quindi come difensore della felicità . Maggior tempo libero, se tutti dovessero lavorare meno. senza sfociare in velleità comuno-socialiste, in quanto convinto del potere di una volontà che si imponga affinchè lo stato funzioni al meglio e tutti siano felici. Massima Espressione delle sue teorie, fu l’adesione al Fascismo (ultimo periodo).
    Ezra Pound, Un uomo che fece delle sue idee azione. Lo fece gestendo un programma radiofonico sulle sue teorie economiche, cercando di sensibilizzare la popolazione mondiale alla lotta all’usura.

    Chiudo il discorso della festa del Cambo: avanti così ragazzi, non c’e niente di meglio che portare vitalità in ogni quartiere. È questo che permette ai giovani di vivere la città. Utilizzando spazi pubblici, per fare comunità. Onore a voi. Davvero. Che vi impegnate concretamente per costruire. 

    A differenza di chi le feste le fa chiuso tra quattro mura, sbandierando un fiero antifascismo, per sentirsi  parte di un élite. Con lo stabile pagato dal comune… E a differenza di altri, che vi imbrattano il quartiere, e sono fieri di essere dalla parte del popolo. Grazie eroi antifascisti. Quando vorrete fare qualcosa di costruttivo, senza vivere alle spalle altrui, fatecelo sapere.  

    • Davide

      Io non sono un sostenitore di Casa Pound, però mi sembra che gli ultimi due capoversi non fanno una piega (probabilmente anche la descrizione di Pound, ma quella non mi interessa). 🙂
      Secondo me, finché non fate casini e fate tutte le cose legalmente non vedo perché darvi contro.
      La polizia la mettono perché c’è il pericolo che vengano i veri “fascisti rossi” a fare i loro soliti casini.

  • Q

    Il senso della festa di quartiere è condividere gli spazi del quartiere, sentirsene parte e mettere le basi per costruire qualcosa tra chi il quartiere lo vive ogni giorno, senza diffidenze e senza timore.
    Tutto il contrario del clima di odio, divisione e paura diffuso dalle persone ritratte nelle foto e da cpi, che del quartiere e dei suoi abitanti non sanno niente e si preoccupano solo di fotografie e comunicati stampa.

    • Davide

      Mah, io dalle foto non vedo nessun clima d’odio o violenza…
      Io non ero li perchè, a me, di casa pound non interessa nulla, tu eri li?
      C’era qualcos’altro oltre quello che si vede dalle foto?

      • Q

        ho letto i volantini e i manifesti che diffondono e conosco le loro idee, tutto qui

      • Chiara

        Io nelle foto non vedo NESSUNO, a parte 8 faccioni sfigati che non si caga nessuno.
        Come avviene in occasione ogni loro chioschetto, del resto.

        • Davide

          Q. il mio non voleva essere un attacco, era proprio una richiesta di informazioni. 🙂
          Per Chiara:
          Eh, quindi il problema dove sta?
          Loro non possono mettere i gazebi? Tanto, come dici tu, non interessano a nessuno.

  • Chiara

    « Attilio Regolo: Tarapìa tapiòco! Prematurata la supercazzola, o scherziamo?
    Vigile: Prego?
    Attilio Regolo: No, mi permetta. No, io… scusi, noi siamo in quattro. Come se fosse antani anche per lei soltanto in due, oppure in quattro anche scribài con cofandina? Come antifurto, per esempio.
    Vigile: Ma che antifurto, mi faccia il piacere! Questi signori qui stavano sonando loro. ‘Un s’intrometta!
    Attilio Regolo: No, aspetti, mi porga l’indice; ecco lo alzi così… guardi, guardi, guardi. Lo vede il dito? Lo vede che stuzzica? Che prematura anche? Ma allora io le potrei dire, anche con il rispetto per l’autorità, che anche soltanto le due cose come vice-sindaco, capisce?
    Vigile: Vicesindaco? Basta ‘osì, mi seguano al commissariato, prego!
    IndomitoDisturbo: No, no, no, attenzione! Noo! Pàstene soppaltate secondo l’articolo 12, abbia pazienza, sennò posterdati, per due, anche un pochino antani in prefettura…
    Attilio Regolo: …senza contare che la supercazzola prematurata ha perso i contatti col tarapìa tapiòco.
    IndomitoDisturbo: …dopo… »

  • Gaetano Pizzinato

    Cari “compagni” o “liberali” o difensori di patrie da salvare… Invece di scrivere qua nanscondendovi dietro a pc, tablet, cellulari di ultima generazione… andate al gazebo dei “fascistelli” o “ignoranti” a dimostrare il vostro pensiero.. Secondo me se vi dite queste cose in faccia poi c’e’ il rischio che vi sentirete meglio… Del resto con la polizia che c’era cosa vuoi che succeda!!! Alla bella festa tanto proclamata dai “liberali” non era proprio pulitissima e sappiamo tutti a cosa ci riferiamo!!!