Commenta

Province, via libera al riordino Il Cal: Cremona con Lodi Per Mantova chiesta la deroga

evid-prov

Il Consiglio delle autonomie locali (Cal) della Lombardia ha votato la proposta di ridurre il numero di province da dodici a nove (compresa la città metropolitana di Milano). Due, dunque, sarebbero gli accorpamenti: uno Cremone e Lodi, l’altro Como, Varese e Lecco. Per Monza e Brianza, Sondrio e Mantova sarà richiesta una deroga, nonostante non rispettino i parametri governativi. Bergamo, Brescia e Pavia sopravviveranno perché possiedono i requisiti richiesti e Milano diventerà area metropolitana.
Nel testo, che dovrà ottenere il via libera della giunta regionale, è stata inserita anche una pregiudiziale che impegna la Regione Lombardia a ottenere, in sede di discussione con il Governo, lo status di ente di primo livello per le province, garantendo quindi l’elezione diretta dei presidenti. Così il Cal, si legge nella delibera approvata, chiede “in prima istanza che il territorio lombardo mantenga, a livello provinciale, l’attuale configurazione”, ribadendo che la Lombardia “è la regione più virtuosa e competitiva non solo a livello nazionale ma anche in Europa”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti