Commenta

Sgarbi a Guastalla per fare il punto su Antonio Ligabue

sgarbi

Sopra l’editore Augusto Agosta Tota (“ambasciatore di Toni Ligabue nel mondo”) e Vittorio Sgarbi

Il noto critico interverrà il 13 ottobre  al Teatro Ruggeri in una serata-evento dedicata all’arte contemporanea – Ospiti d’onore Flavio Bucci e Salvatore Nocita –  L’editore Augusto Agosta Tota:”Faremo il punto su Antonio Ligabue e Pietro Ghizzardi” . Le opere di Ligabue all’Expo di Milano.

“Sì, sabato  prossimo tornerò a Guastalla.Mi ha invitato l’editore guastallese  ed amico Augusto Agosta Tota. Parlerò di arte contemporanea al teatro Ruggeri. Tranquilli, parlerò di arte, solo di arte.”

E, naturalmente, di Antonio Ligabue. In sala ci saranno l’attore Flavio Bucci col regista Salvatore Nocita, i protagonisti del famoso film Rai del 1977 scritto da Cesare Zavattini….

“Certo che parlerò di Ligabue.Di lui e di Ghizzardi. Ma non solo. Anche dei maestri cremonesi”.

Vittorio Sgarbi dalla sua casa di Ro Ferrarese parla con entusiasmo del suo imminente ritorno a Guastalla. Professore, lei da queste nostre  parti è quasi di casa. A Guastalla, a Cremona…

“ A Guastalla ci sono venuto a giugno per costruire un progetto sui pittori rivieraschi reggiani”.

Come, appunto, Ligabue, Ghizzardi, Mazzacurati, Rovesti…

“ E come i luzzaresi Cesare Zavattini e Pompilio Mandelli. Come i tre guastallesi Arnaldo Bartoli, Andrea Mozzali, Vandino Daolio. A Gualtieri operava Bruno Rovesti, a Boretto Ghizzardi e Marcello Nizzoli, a Brescello Carlo Bisi”.

Professor Sgarbi, ci dia in sintesi una anticipazione su Ligabue, un suo giudizio critico  a quasi 50 anni dalla sua scomparsa (27 maggio 1965).

“Vede, Ligabue incarna quel genio artistico che,nella sua assoluta istintività, nella sua arcaica complicità con la natura, è in grado di inserirsi  a pieno titolo nell’arte contemporanea”.

Dunque può essere considerato un perfetto artista popolare?

“Direi la variante padana di  Van Gogh . Ligabue è un autonomo continuatore del filone espressionista italiano anche se lontano , naturalmente, dalle cerchie intellettuali che maggiormente lo hanno promosso”.

Guastalla sta preparando una giornata evento, come si dice ogggi.Inizio ore 17.30.

“Lo so, ed è giusto così. Una giornata nel corso della quale  io presenterò anche il mio ultimo libro”.

Titolo?

“L’arte è contemporanea.Ovvero l’arte di vedere l’arte”. Il volume è edito da Bompiani “.

Aggiunge l’editore Augusto Agosta Tota, guastallese Doc, “ambasciatore nel mondo” di Toni Ligabue, presidente del “Centro studi & Archivio Antonio Ligabue” di Parma, in attività dal 1972:” Sì, si preannuncia una serata speciale, in teatro avremo molti ospiti di rilievo, ad esempio l’editore Franco Maria Ricci.Il critico Marzio Dall’Acqua illustrerà il catalogo generale delle opere di Ghizzardi. E concluderemo annunciando le prossime grandi mostre di Ligabue.Dopo le recenti mostre a Palazzo Pitti a Firenze e alla Fondazione Magnani Rocca di Mamiano andremo in altre città”.

E’ vero che le opere di Ligabue saranno esposte persino  all’Expo di Milano?

“Confermo. Stiamo già organizzando una grande antologica all’Accademia di Belle Arti di Brera. Cose del 2015,naturalmente. Ma sabato sera diremo tutto”. (e.p.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti