5 Commenti

Festival di Mezza Estate e Corde dell'Anima, 130mila euro a Publia

publia-corde-dell'anima

foto Francesco Sessa

Costi degli eventi culturali a Cremona. Pubblicati all’Albo Pretorio i contributi riconosciuti dal Comune a Publia S.r.l per il Festival di Mezza Estate e Le corde dell’anima, edizioni 2012. Per l’organizzazione e la gestione della rassegna estiva all’Arena Giardino la determina dirigenziale prevede 100 mila euro secondo la convenzione tra Comune e l’azienda cremonese. “La concessione del contributo – si legge nella delibera – rispetta il limite di 200 euro stabilito per gli aiuti “de minimi” concessi ad una medesima impresa nell’arco dei tre esercizi finanziari”. Per Le Corde dell’Anima, evento di musica e letteratura, invece, il contributo a Publia è di 30 mila euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Angelo

    Guarda che bravi gli Assessori lì in prima fila, posto riservato e biglietto gratis?

    • Oscar

      Come in tutte queste manifestazioni. Poi però si incassa poco. E l’assessore, e il giornalista amico di quello, e l’imprenditore, e l’amico dell’imprenditore, fai presto a riempire le sedie a guadagno zero.

      • bis raner

        Se l’amministrazione ti da 130.000 euro non ti fai poi tanti problemi relativi alla qualità delle proposte e a quanti “riempiono le sedie”.

  • Annamaria Menta

    Contributo a Publia di 130.000,00€…
    Sarà per questo che il comune ha trovato BEN €2.000,00 (DUEMILA!!) per contribuire alla rassegna “Sei autori in cerca di personaggi”?

    Gli amministratori si sono impegnati a presenziare agli eventi lautamente finanziati, forse si sono stancati troppo…
    Sarà per questo che NESSUNO tra assessori, sindaco e papaveri vari, si è degnato almeno di fare finta di essere interessato al lavoro che questi ragazzi hanno fatto PER TUTTA LA CITTA’?

    La cultura costa? Certo, costa la fatica di prepararsi (anche culturalmente) e darsi da fare per organizzare le cose, come hanno fatto i ragazzi dell’associazione Controtempo, altro che gli ‘amici’ di Maria De Filippi.

  • IL MERITO
    Così recita il cuore della determina dirigenziale del Comune di Cremona nell’assegnare prima cento, poi trentamila euro a PubliA, società della galassia dell’Immensissimo, di immenso c’è solo Dio:
    “PubliA, organizzatore e gestore dell’evento, merita il sostegno del Comune di Cremona.”
    Cessino le polemiche: perché loro sì, altri no? Più chiaro di così: chi merita, chi no.
    Come affidare, sempre a PubliA, l’intero pacchetto cultura turismo spettacolo: chi merita, chi no.
    Come resistere fino all’estremo per difendere Pasquali, il tipo della consulenza da 130mila euro: chi merita, chi no.
    Come la famosa parcella di 626,81 euro a Zanolli: chi merita, chi no.
    Ma come si stabilisce il merito? Uffa ci sarà un sistema, e fin che la Procura di Cremona non ci mette il naso, come a Milano, Roma, Parma, eccetera, vuol dire che il sistema è buono e giusto.

    Cremona 12 10 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info