Un commento

Caso Informagiovani, dove sarà trasferito lo sportello per ragazzi?

Informagiovani-Evidenza

Sembrava tutto ormai definito: chiusura della sede storica dell’Informagiovani di via Palestro e trasferimento in piazza Stradivari, dentro SpazioComune. Il tutto nell’arco dei prossimi mesi. Obiettivo: risparmiare, cancellando il peso dell’affitto necessario per pagare i locali che ora ospitano lo sportello comunale per ragazzi, con competenze su orientamento, formazione, lavoro, volontariato e altro ancora. Bisogna però fare i conti con alcuni problemi. E soluzioni alternative sono in fase di valutazione. A giugno era stato dato per certo lo spostamento, addirittura con una nota ufficiale. Ora nemmeno questo è più sicuro.

Portare tutto a SpazioComune non risulta così semplice. In atto verifiche legate alla dimensione delle aree a disposizione. Secondo indiscrezioni il sindaco Oreste Perri non gradirebbe questo trasferimento, che rischierebbe di limitare la zona attualmente frequentata dai cittadini per la libera consultazione dei quotidiani e di internet. Era spuntata anche l’ipotesi di una ‘migrazione’ dell’agenzia per ragazzi nel Museo Civico, pare scartata per motivi tecnici.

Non è ancora chiaro che fine farà l’Informagiovani. Avrà di sicuro una sede, ma non si sa ancora dove. La questione approderà in Giunta la settimana prossima. E dall’assessorato alle Politiche educative fanno sapere: non è escluso nemmeno che lo sportello rimanga dov’è ora, in una posizione strategica, però rinunciando a uno dei due locali (posti uno di fronte all’altro in via Palestro).

Michele Ferro

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • BAMBOCCIONI DI MERDA, NOI
    Tutto da imparare il gioco di squadra nel governo del Professor Grattugia.
    Ieri la Fornero ammonisce: giovani, intanto accettate il primo lavoro senza far gli schizzinosi, dopo cercherete di migliorarlo.
    Oggi Piergiorgio Peluso, figlio della Cancellieri, ha dato la dimostrazione pratica: dopo quattordici mesi ha lasciato il suo lavoro alla Fondiaria, dov’era direttore generale, per cercare un posto migliore. Nel frattempo si mantiene con la sobria liquidazione di 3,6 tre virgola sei milioni di euro.

    Cremona 25 10 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info