Commenta

Lunedì di ritardi sui treni per Milano: guasti e convogli fermi

treno-ritardi

Lunedì di ritardi sulla linea Mantova-Cremona-Milano. I tre treni del mattino hanno dovuto fare i conti con guasti e convogli fermi sulla linea. La giornata è iniziata con un guasto agli impianti che regolano la circolazione dei treni tra Tavazzano e Lodi con ripercussioni intorno ai 30 minuti di ritardo. Così il 2646 (5.18 da Mantova-7.30 a Milano) si è fermato a Lodi e ha accumulato mezz’ora in più sulla tabella di marcia. Poco dopo, altro annuncio: il treno 5070 (Piadena 6:51 – Cremona 7:21) è fermo tra le stazioni di Gazzo Pieve S.G. e Villetta M. per un guasto, possibili ritardi fino a 40 minuti. Dopo 20, il treno è riuscito a ripristinare il guasto e a ripartire. Conseguenze sulle altre corse: il treno 2648 (6.10 da Mantova-8.10 a Milano) e il successivo 2650 (6.41 da Mantova-8.40 a Milano) hanno viaggiato con 20 minuti in più sulla tabella di marcia. Il treno 5029 (Cremona 7:40 – Mantova 8:48) per le ripercussioni di un guasto ad un altro treno è stato cancellato. Più tardi, il 2654(10.50 da Mantova-12.40 a Milano) è stato cancellato per un guasto al locomotore.

IL COMUNICATO DI TRENORD

Il comunicato di Trenord sui disagi. “Circolazione ferroviaria rallentata questa mattina dalle 6.20 alle 7.10 sulla linea Milano – Piacenza. Ignoti hanno tranciato i cavi che alimentano gli apparati per il distanziamento dei treni fra le stazioni di Lodi e Tavazzano. Danni quantificati in circa 5mila euro. I tecnici di Rete Ferroviaria Italiana sono intervenuti per ripristinare la regolare circolazione dei treni. Coinvolti 14 regionali che hanno registrato ritardi fino a 30 minuti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti