Un commento

Ritardi, gente in piedi e temperature alte, il lunedì dei pendolari

pendolari

Ritardi, sovraffollamento e problemi agli impianti di riscaldamento. Comincia così la settimana dei pendolari cremonesi diretti a Milano. Il treno 2648 (Mantova 6.10, Cremona 6.58, Milano 8.10) ha accumulato 20 minuti di ritardo a causa di un treno fermo sulla direttrice per un guasto che ha rallentato la circolazione. Stesso ritardo per il successivo, il 2650 da Cremona alle 7.33. I viaggiatori hanno lamentato soprattutto l’assenza di informazioni da parte del personale Trenord, oltre che il sovraffollamento nelle carrozze (“gente in piedi già da Ponte Adda”, dicono i pendolari) e temperature altissime nei vagoni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • italiana

    Un’altra grande vergogna che nessuno si preoccupa seriamente di sanare