Cronaca
Commenta24

Presidio dei centri Dordoni e Kavarna, tensioni con Casa Pound

Foto Francesco Sessa

Fuori i fascisti dalla città” e “Via il sindaco Perri”. Questi i principali slogan del presidio organizzato oggi pomeriggio in via Milano (all’altezza del distributore Agip) dai centri sociali Dordoni e Kavarna. Un centinaio i manifestanti dei due principali centri sociali cremonesi guidati dal leader Mario Bini che hanno protestato contro i militanti di Casa Pound, anche loro arrivati in un centinaio per partecipare alla presentazione del libro “Menzogna e propaganda, armi di dis-informazione di massa” al “Bar Soirèe”di via Milano. Dentro i rappresentanti di Casa Pound, mentre fuori, a manifestare, c’erano gli appartenenti ai centro sociali. “Cremona ripudia il razzismo!”, “Cremona è antifascista!”. Contro gli antagonisti di Casa Pound, ma anche contro il sindaco, colpevole, secondo i centri sociali, di voler  “privatizzare l’acqua andando contro il volere popolare in salvaguardia dei beni comuni”. Nessun contatto tra le due fazioni. A controllare che tutto si svolgesse senza incidenti ci hanno pensato gli agenti della questura, arrivati in gran numero e coordinati dal questore Antonio Bufano, dal vice questore vicario Gerardo Acquaviva e dal dirigente Angelo Lonardo. Presenti anche gli uomini della Digos e in supporto gli agenti della municipale alla guida del comandante Fabio Ballarino Germanà. Nel tardo pomeriggio un gruppo di antagonisti si è presentato in Comune nel salone dei quadri dove sono state esposte bandiere anarchiche. Alla fine i no global sono riusciti a parlare con il sindaco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti