Un commento

Il voto in Lombardia slitta al 10 marzo (con le politiche)

palazzo-regione

Elezioni, si cambia ancora. Si voterà il 10 e l’11 marzo per le Regionali in Lombardia, Lazio e Molise. Ma sembra sia un passo concreto verso la possibilità di svolgere il voto politico nello stesso giorno, vale a dire un vero e proprio election day. La mediazione è stata favorita dal Quirinale che però avrebbe posto i suoi paletti: approvare entro quella data il patto di stabilità (la vecchia finanziaria) e la nuova legge elettorale. In una nota diffusa dal Quirinale dopo l’incontro tra il presidente Napolitano, il premier Mario Monti e i presidenti di Camera e Senato Fini e Schifani, si considera “auspicabile” votare il 10 marzo per le elezioni regionali in Lombardia, Lazio e Molise e arrivare a una nuova legge elettorale prima di procedere a nuove elezioni politiche. Dunque le regionali, già indette per i primi di febbraio slitteranno di un altro mese, e si voterà contemporaneamente con le politiche che verranno anticipate di un mese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • SPECCHIO DELLE MIE BRAME
    Dimmi chi è il più differito del reame! Questa ha dell’incredibile, il Celeste che evidentemente oggi, come si dice in gergo pugilistico, rimane sui colpi, cioè li para tutti con la faccia, prima accetta un’intervista (da mandare in onda registrata) con la Parodi a La7, dove la fringuellina s’è trasferita perché a Mediaset non si sentiva abbastanza libera; ascolta, medita, risponde, il tutto condito da baci e abbracci, poi, al momento di uscire si accorge d’essere stato violentato e, invece di rivolgersi alla Giustizia, ordina alla sua portavoce: vai e spaccale la faccia, altrimenti ti licenzio.
    Prima che la portavoce ci riuscisse, un’anima buona ha avvertito il Celeste ch’era eccessivo: atto di contrizione, dopo aver ascoltato anche il sondaggista, e pronte scuse. Però un’altra volta gli facciano le domande che chiede lui………….

    Cremona 17 11 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info