6 Commenti

Uomo ucciso dal treno, cane veglia il corpo

incidentre-treno

Nelle foto, il cane dell’uomo ucciso dal treno e il luogo dell’investimento

I vigili del fuoco sul posto

AGGIORNAMENTO – Incidente sui binari nei pressi di Capralba poco prima delle 10. Un uomo, Alessandro Invernizzi, 62enne residente a Misano Gera d’Adda, è stato colpito, tra le stazioni di Caravaggio e Casaletto Vaprio, da un treno partito da Cremona alle 8.43 diretto a Treviglio. Sul posto Vigili del Fuoco, carabinieri di Vailate e 118 in codice rosso. Inutili i soccorsi per l’anziano che, al momento dell’incidente, stava probabilmente attraversando i binari in un punto non adibito al passaggio, ma spesso utilizzato per attraversare a piedi la ferrovia. Esclusa l’ipotesi del suicidio. L’uomo era in compagnia del suo cane che dopo l’impatto è rimasto a vegliare il corpo del proprio padrone senza vita. Il treno è rimasto bloccato sui binari con i passeggeri a bordo. Accorsi anche gli agenti della Polizia scientifica e della Polfer di Treviglio. Il cane è stato allontanato per permettere i rilievi e preso in consegna dai veterinari dell’Asl. La circolazione dei treni fra Crema e Treviglio è stata riaperta intorno alle ore 12.30, una volta ottenuto il via libera dell’autorità giudiziaria. La circolazione si è svolta regolarmente da Cremona a Crema; per la tratta fra Crema e Treviglio è stato istituito un servizio di autobus sostitutivi.
I passeggeri a bordo del treno coinvolto nell’investimento intorno alle 11.15 sono stati fatti scendere in sicurezza dal personale Trenord e hanno raggiunto Treviglio a bordo del treno 24769, partito da Treviglio alle 11.09 e diretto a Bergamo. Per consentire tali operazioni di soccorso, il treno 24769 e il corrispondente 24776 (Bergamo 12.21 – Treviglio 12.51) non hanno effettuato il servizio viaggiatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • gp

    i cani e gli animali in generale sono degli esseri fantastici… il loro è vero amore, non quello che proviamo noi… dovremmo imparare molto di più da loro, e smetterla di fare loro del male come stiamo facendo ora…!!
    W gli animali…!! Ci vuole più rispetto….!!

  • Vecchio Balordo

    RIP
    qualcuno adotti il cane

  • x

    Nell’articolo: “Il cane è stato allontanato per permettere i rilievi.”

    Cane 1000
    Articolo 0 per la disumanità

  • Stefano Bocci

    Che leggano tutti quelli che odiano i cosiddetti “animali”; tutti quelli che li picchiano,li maltrattano,li riducono in gabbie anguste,li sfruttano,li massacrano. E loro sono lì, a vegliare il loro amico umano. Fino a quando arriva un altro umano e li allontana, perché deve fare il suo lavoro, freddo ed insensibile al dolore di un essere vivente.
    E quel tizio bello grosso con i guanti e la camicia a scacchi cos’ha in mano? Un aggeggio per catturare i cani? E com’è che non si vede la faccia del tizio? Magari gli hanno anche fatto del male, al cane! Non ci sarebbe da stupirsi, gli umani appena possono torturare un qualsiasi essere vivente, che non si può difendere, non vanno tanto per il sottile.

    • Gnappo

      Il cane, più che vegliare, “difendeva” il corpo del proprio padrone abbaiando, ringhiando e mostrando i denti a chiunque si avvicinasse. “Allontanarlo” si è reso necessario per recuperare la salma.

      Il tizio “bello grosso” ha in mano uno strumento utilizzato proprio per la cattura di cani e ad occhio e croce, dalla foto, non mi sembra che il cane sia sotto tortura, né che sia maltrattato.

      Ma non vi va bene neanche così…. neanche avessero usato un badile….

  • roby27

    come dissi qualcuno”piu conosco gli uomini,piu amo gli animali”