5 Commenti

Ai domiciliari, esce per giocare alle slot e dà in escandescenze

carabinieri-slot

Avrebbe dovuto trovarsi a casa perché costretto agli arresti domiciliari per aver commesso furti e reati contro il patrimonio. Invece oggi pomeriggio G.B., 41 anni, di Cremona, era al bar in piazza Migliavacca a giocare alle slot. Ad un certo punto l’uomo ha preteso il compenso per una vincita non conseguita, e al rifiuto del titolare del locale ha cominciato a dare in escandescenze. Immediatamente sono stati avvertiti i carabinieri che una volta arrivati sul posto hanno preso in consegna il 41enne e l’hanno accompagnato in caserma. Il raptus di follia, per il cremonese, non è affatto cessato, tanto che i militari hanno ritenuto necessario portarlo in ospedale dove nel reparto di Psichiatria è stato sottoposto a trattamento sanitario obbligatorio. Ma nemmeno in ospedale l’uomo si è calmato: ha infatti cominciato ad insultare e ad aggredire fisicamente medici ed infermiere, e ancora una volta è stato necessario l’intervento delle forze dell’ordine. Il 41enne non ha risparmiato nessuno: uno dei carabinieri ha riportato la frattura di un dito con una prognosi di 20 giorni, mentre un poliziotto ferite guaribili in 5 giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Anarchiste

    Senza spendere soldi per un processo che costerà alla comunità un bel patrimonio, questo signore, lo si chiude in una stanza dell’ospedale con 3/4 poliziotti colleghi di quelli feriti e a manganellate lo si riconduce alla ragione…. ma senza ridurlo come Cucchi, bastano un paio di manganellate date bene, gli si frattura un braccio e via, che poi è già in ospedale e lo si cura debitamente….

    Tanto, certa gente capisce solo le “tìghe”…. che, insieme ad un po’ di gesso, costano molto meno di un processo e sono molto più rapide ad entrare nella testa…

    • contribuente imu

      Concordo pienamente. Non c’è legge che tenga contro questi escrementi della società.

    • Libertario

      Togli quel nomignolo.
      Gli anrchici sono contro tutte le galere e il mondo che le produce.
      Sei buffo!

      • Anarchiste

        “Le interpretazioni che gli storici, i politici, e gli stessi anarchici danno dell’anarchia sono varie e ramificate. Nel corso della storia, con anarchia, infatti, non si individua un’univoca forma politica da raggiungere, e soprattutto non si concordano necessariamente i mezzi politici da utilizzare, spaziando dal pacifismo all’insurrezionalismo rivoluzionario.
        Tutto lo spettro anarchico ha tuttavia come nucleo ideologico centrale un elemento comune: la necessità dell’annullamento o dello Stato o in ogni caso delle più incombenti forme di potere costituito. Tutti gli anarchici sono cioè concordi nel considerare l’abolizione del potere condizione necessaria e obiettivo finale dell’evoluzione sociale. L’annullamento del potere dello Stato non implica l’annullamento dell’organizzazione sociale, implica l’evoluzione verso una società non gerarchica.” – cit. – (fonte Wikipedia)

        Documentati……
        Chi è quello buffo?

  • Andrea

    A saperlo prima, abito proprio lì vicino…