18 Commenti

Centro Popolare con Ambrosoli Giuseppe Torchio sta valutando se guidare la lista di Cremona

torchio

Sopra, Torchio (Sessa)

Una lista civica che raccoglie realtà dell’economia, del lavoro, amministratori locali e l’area moderata correrà alle elezioni regionali in Lombardia in appoggio alla candidatura di Umberto Ambrosoli. La lista Centro popolare lombardo ha presentato oggi le linee del proprio impegno ”per non concedere alla Lega Nord di dominare la Lombardia”, e un programma basato su ”attenzione ai temi del lavoro, della famiglia, dei giovani riqualificazione professionale per chi perde l’impiego a 50 anni e sostegno agli affitti”. Appoggiano il progetto promosso dai consiglieri regionali uscenti Enrico Marcora e Valerio Bettoni (ex Udc), Francesco Patitucci e Franco Spada (ex Idv), repubblicani come Giorgio La Malfa, il centrista Savino Pezzotta, candidato dell’Udc alla presidenza della Regione Lombardia alle scorse elezioni,  l’ex assessore regionale Milena Bertani e Giuseppe Torchio già presidente ed ora capogruppo della Civica in provincia di Cremona.

”Crediamo sbagliato l’appoggio ad Albertini – ha spiegato Marcora -, una scelta figlia di una politica obsoleta e in contrasto con il lavoro fatto all’opposizione negli ultimi anni”. Critiche anche da Bettoni secondo cui ”Albertini e’ un candidato del passato proposto da Formigoni”. ‘‘Il nostro obiettivo e’ costruire un’area moderata e riformista che proponga una discontinuità rispetto ai 18 anni segnati da Formigoni e dalla Lega – ha sottolineato -, il disegno di Maroni e le sue politiche antieuropee sono in netto contrasto con le nostre, e se dovesse vincere sara’ un grosso problema per tutti i lombardi”.

Marcora guidera’ la lista di Milano, Bettoni quella di Bergamo,  Patitucci quella di Brescia, mentre  Torchio sta valutando se guidare la lista di Cremona. ”Siamo una coalizione forte – sostiene Ambrosoli – in grado di dare una risposta ai bisogni dei lombardi e delle imprese perche’ tornino un traino dell’economia nazionale”.

“In particolare – secondo Torchio – per motivi nodali del sud Milano avrà un peso importante la questione infrastrutturale, rimasta al palo nonostante il volano di Expo tutto sbilanciato alle aree della Fiera e di Malpensa”.

“Rimettere in moto la macchina agricola regionale – conclude Torchio – è l’altra priorità per il rilancio delle attività economiche e per evitare il blocco della riforma della PAC con lo slittamento delle iniziative di sviluppo rurale, il ritardo dei bandi per i fondi europei e il blocco degli investimenti nel settore agroalimentare con il rischio di perdere le risorse stanziate da Bruxelles. Sempre in tema di politiche agricole occorre riportare trasparenza nel sistema delle quote latte e aggredire la questione dei nitrati di estrema attualità dopo le disposizioni introdotte con la legge di stabilità per mantenere il primato della nostra regione su scala nazionale.”

Il candidato della coalizione di centrosinistra Umberto Ambrosoli ha ampiamente condiviso questi punti e ha preannunciato la sua presenza sul territorio di Cremona il 6 febbraio per un incontro col mondo agricolo e il 16 febbraio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Organista

    Madre Santa: il rinnovamento!
    Certi politici non morirebbero manco col diserbante.

    • Mammolo

      Già, e manco col topicida….

      • razzinger

        se verrà eletto …andrà a tutte le processioni religiose in Lombardia….

        bell’impegno..

  • scoobydoo

    sono credente e praticante, non lo voto e non l’ho mai votato, ma quella sulla partecipazione a tutte le processioni mi ha fatto morire dal ridere…anche se ci sarebbe da piangere; in ogni caso è vero, una bella zappa in mano non gli farebbe male…sentirebbe tutti i calli e il mal di schiena dei comuni mortali; esisterà pure il modo per farne sparire un pò di questi tipacci senza essere cruenti e violenti…e soprattutto senza essere arrestati. CHE TRISTEZZA, CHE SENSO DI IMPOTENZA!!!!

    • Sandro

      Chi lo conosce sà bene che è nato e cresciuto in una famiglia di contadini, la zappa l’ha sempre usata e non si è mai tirato indietro, calli e mal di schiena sà cosa sono, ma invece tu piuttosto, con con quel nomignolo da sindrome di Piterpan, cosa avrai mai combinato nella vita….a parte l’impotenza?

    • VelmaDinkley

      Uno che si definisce credente e praticante che ride di un altro credente praticante è veramente un fatto singolare, forse invece di ridere e di preoccuparti di chi partecipa alle funzioni dovresti seguire le celebrazioni…
      Un politico può piacere o meno, ma attaccare una persona per la sua Fede è veramente il massimo del minimo!

  • Toropazzo

    Ma ve li immaginate tutti quanti torchio, rossoni, pizzetti e malvezzi a fare la passerella alla prossima fiera degli agricoli dietro a Piva! Altro che aria fresca!

  • claudio

    Ci auguriamo che ne resti fuori , basta con questi personaggi !

  • Paola

    secondo me, senza fare nomi, diversi nostri politici per essere ancora diciamo utili dovrebbero iniziare a trovarsi il posto… in qualche Casa di Riposo…! Spazio ai giovani o l’Italia muore

  • roby27

    leggendo tutti sti “nuovi”nomi,mi sembra essere tornato indietro di almeno 10 anni per quanto riguarda la politica cremonese!altro che rinnovamento!

  • DIO LO VUOLE
    Torchio Giuseppe sta meditando se porsi alla testa del Centro popolare per Ambrosoli di Cremona e, dal suo punto di vista, è più che comprensibile: anche se abolito da anni, vuol presentare il suo certificato di esistenza in vita, politica sia chiaro.
    Sono Ambrosoli e alleati che devono meditare bene se mettere nella loro bandiera, a mo’ di un “in hoc signo vinces”, il nome del trionfatore della amministrative 2009…..

    Cremona 19 01 2013 http://www.flaminiocozzaglio.info

    • Francesca

      I perdenti non hanno parenti, nel 2009 non perse lui, ma tutto il centro sinistra. Non mi pare che il giovane Salini sia stato un affare per la Provincia di Cremona, anzi mi pare che siamo isolati da tutto (ferrovie in testa), a parte fare la visita pastorale imitando sua Eccellenza il vescovo Dante e tagliare nastri di opere finanziate dalla giunta Torchio cos’ha fatto? Autorizzato più di 150 biogas; non ha difeso il territorio contro la discarica di Cappella Cantone (se non ci fosse stato Torchio avremmo amianto in ogni dove…), ha cercato in ogni modo di privatizzare l’acqua,…queste per citarne alcune. Se il nuovo che avanza è questo: lunga vita a Torchio!

      • Toropazzo

        Grazie a torchio invece l’ amianto ce lo teniamo sopra la testa….. Non era meglio sottoterra? In effetti qualcosa di buono l’ ha fatto……le autorizzazzioni per forse più della meta degli impianti di biogas esistenti sono arrivate durante la sua amministrazione! E pensare che dalla sua parte ai tempi c’ erano anche i verdi!

  • roberto

    Qualcuno confonde il rinnovamento con il nuovismo e l’età anagrafica. Abbiamo visto i giovani rampanti della lega che fine hanno fatto. abbiamo visto i giovani ciellini rampanti e, loro si, baciapile, cosa facevano in regione e a Cremona nascondendosi dietro la Croce e la loro carta d’identità. E non abbiamo visto i giovani del Pd combattere per l’acqua pubblica, la sicurezza, l’agricoltura, una decisa opposizione. L’unico che l’ha fatta è stato Torchio. A questa città e questo Paese servono politici capaci. Abbiamo già visto cosa è accaduto quando, sull’onda del nuovismo a tutti i costi, è stata spazzata via una classe politica. Come vorrebbero fare ora i grillini. Conta la capacità e l’esperienza più che la carta d’identità. Avercene di Torchio, avercene.

    • Toropazzo

      Sei forse uno di quelli che hanno avuto l’ autorizzazione per il biogas da torchio? Se e’ cosi, dillo a Francesca!

    • Paola

      A me sembra che anche il politico Torchio abbia contribuito a rendere gli ultimi sempre più ultimi. E’ sicuramente capace, ma solo per la sua parte, non sa vedere le difficoltà e i problemi degli altri, di tanti cittadini…

    • claudio

      Masochista………

  • giuseppe torchio

    dopo lo scioglimento anticipato del consiglio regionale, dove non mi sono mai candidato, e dopo 19 anni dall’uscita dal parlamento, mi sono messo in gioco. non sono in lizza per un partito vincente, nè ho disturbato le primarie per la regione, chè non si son fatte…a rigor di logica è molto difficile conseguire uno dei tre seggi riservati alla provincia di cremona. amici bene informati affermano che il confine tra coraggio e temerarietà è molto labile. solo la suocera, leggendo della candidatura, ha temuto che non coltiverò i mille metri di orti di via cavallara a cremona (referenza signor salti, vicino) e di isola dovarese (referenza sig. gino, zona cidellara e domenico maschi). partecipo alle regionali perchè ritengo ambrosoli un candidato ideale. ho sostenuto renzi alle primarie nazionali e lui a quelle per la presidenza della regione. ora mi presento con la mia faccia, vecchia e brutta che sia, ripeto la mia e non quella di chi si nasconde dietro pseudonimi. tra le processioni ricordo quella di san bortolo a castelfranco d’oglio dove le bestemmie degli addetti all’accensione del motore a scoppio si univano alle preghiere dei chierici. personalmente, a cinque anni dai 24 giorni di coma per incidente, è importante credere che le preghiere di molti mi hanno aiutato nella lotta per la vita…ben più importante di cattiverie che non penso di meritare perchè l’odio, al pari dell’avidità, non mi appartiene