Commenta

Imprenditore rapina e ferisce una trans, 'inchiodato' dagli sms

polizia-evid

Nella foto, la polizia con il materiale trovato in casa del rapinatore (foto Francesco Sessa)

AGGIORNAMENTO – Transessuale rapinata e ferita in casa da un piccolo imprenditore che si è spacciato per cliente. L’uomo, senza precedenti, è stato identificato e denunciato giovedì dalla polizia (poche ore dopo l’accaduto). I fatti risalgono a mercoledì sera e sono stati delineati in conferenza stampa dal commissario capo Nicola Lelario. L’uomo aveva precedentemente preso contatti via sms con la trans brasiliana, 30enne, tramite un annuncio su un giornale gratuito locale; intorno alle 19,45 si è presentato dalla “vittima” in un appartamento in città. Quando i due si sono spostati in camera da letto, lui ha estratto un coltello e una pistola (poi risultata finta) e l’ha minacciata, chiedendole soldi e pensando (erroneamente) di poter mettere le mani su molto denaro. La trans ha reagito e durante la colluttazione è stata ferita ad una mano (ha perso molto sangue, ma lesioni non gravi, curate poi in ospedale). L’uomo è quindi fuggito.

INDAGINE LAMPO: RAPINATORE
INCHIODATO
DAGLI SMS

Una volante, allertata, è immediatamente intervenuta sul posto. Gli agenti hanno sentito la testimonianza della trans e di un altro soggetto che si trovava nell’abitazione al momento della rapina che si è qualificato come il convivente. L’indagine ha coinvolto la squadra mobile e la scientifica. Il piccolo imprenditore è stato scoperto grazie al numero di cellulare: scappando, infatti, aveva portato via con sé il telefono della 30enne al quale aveva spedito il primo sms per concordare l’appuntamento, ma il messaggio di conferma la 30enne lo aveva inviato da un altro cellulare; quest’ultimo apparecchio è stato analizzato dalla polizia ed è stato possibile risalire all’identità dell’uomo.

In casa del 50enne, A.A. (sono note solo le iniziali), della provincia di Cremona, sono stati trovati, tra le altre cose, proprio la pistola finta, il coltello, il telefono rubato, un giubbotto nero, una sciarpa con cui aveva parzialmente coperto il viso nella serata di mercoledì, e anche uno dei due guanti che aveva con lui (l’altro, perso durante la fuga, è stato rinvenuto nell’appartamento della trans). Il piccolo imprenditore, davanti agli agenti, ha ammesso le sue azioni ed è stato denunciato per rapina aggravata, lesioni e porto di oggetti atti a offendere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti