Commenta

Scrollarsi di dosso l'X sulla schedina, Cremo contro Feralpi

cremonese

foto Francesco Sessa

Seconda trasferta consecutiva per la Cremonese (domenica 20 gennaio ore 14.30), che dopo il mezzo passo falso di Bergamo, vira alla volta di Salò con l’obiettivo di scrollarsi di dosso quel segno X in schedina al quale sembra essere abbonata. Con 10 pareggi in 17 giornate i grigiorossi sono la vera incompiuta del girone: a volte divertenti, spesso sciuponi; per certi tratti imperforabili, quanto poco determinati quando ci sarebbe da chiudere la gara con largo anticipo.

Con sette punti di distacco dal quinto posto, ultimo scoglio a cui aggrapparsi per arrivare ai playoff, la Cremo sa che non può più perdere altro tempo, anche perché a guardarsi bene in caso di non successo contro la Feralpi la classifica tornerebbe a farsi nuovamente pericolosa. Per la gara di Salò Scienza può sorridere grazie ai rientri di Moi e Buchel, anche se allo stesso tempo dovrà fare a meno del neo arrivato (e subito squalificato) Martina Rini e di Carlini, l’uomo più in forma del momento.

A centrocampo è auspicabile una nuova chanche per Degeri, che dovrebbe così agire in mediana con Buchel e Baiocco, mentre dietro alle punte fiducia a Caridi. In attacco, in attesa dell’ultimo colpo di questo mercato di riparazione (sfumato Altinier si parla con insistenza del varesino Eusepi), spazio a Le Noci e Djuric, con Filippini come alternativa, visto che in settimana sono stati ceduti la meteora Bonvissuto (Reggiana) e il polemico Marotta (Benevento), che avrebbe fatto meglio a ripensare alle sue opache prestazioni, piuttosto di timbrare i tifosi grigiorossi come razzisti verso i giocatori del sud.

La Feralpi Salò, a digiuno di punti da un mese, sta vivendo un campionato fatto di risultati altalenanti. Con 26 gol subiti sono la quarta peggior difesa del torneo e l’ultimo successo risale al match col Treviso. Impresso nella memoria dei tifosi resterà però il 2 dicembre, giorno in cui i bresciani rifilarono un perentorio ed incredibile 4-0 alla capolista Lecce. A sole tre lunghezze dai grigiorossi pensano al clamoroso aggancio, anche se dal canto suo la Cremonese ha fretta di recuperare terreno in classifica. Magari evitare di prendere cartellini rossi inutili e portare a casa qualche punto in più non sarebbe male. Che ne dici Cremo?

Probabile formazione (4-3-1-2): Viotti; Sales, Moi, Tedeschi, Visconti; Buchel, Degeri, Baiocco; Caridi; Djuric, Le Noci. All.: Scienza.

Matteo Zanibelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti