Commenta

Adozione Pgt, ok della Commissione In consiglio lunedì

commissione

Sopra, una commissione Politiche Urbanistiche (foto Sessa)

Parere positivo della Commissione consiliare Politiche Urbanistiche e Territoriali, presieduta dal consigliere Federico Fasani, chiamata ad esprimersi sull’adozione della Variante generale al Piano di Governo del Territorio che passa dunque al Consiglio comunale, in programma lunedì 28 gennaio, per l’adozione definitiva.

Ad illustrare in linea generale i contenuti di natura tecnica dell’importante strumento urbanistico è stato il prof. Pier Luigi Paolillo, coordinatore scientifico del Piano che ha collaborato con il Settore Gestione Territorio. Il prof. Paolillo ha ripercorso gli elementi salienti dei tre documenti che costituiscono il Piano di Governo del Territorio: si è pertanto soffermato sul Documento di piano, sul Piano dei servizi e sul Piano delle regole, oltre che sul nuovo studio geologico ed idrogeologico del territorio comunale.

Dal canto suo il Vice Sindaco ed assessore all’Urbanistica Carlo Malvezzi, che ha seguito l’intero percorso dell’elaborazione del nuovo strumento urbanistico, ha tenuto a sottolineare nel suo intervento i quattro elementi qualificati della Variante: il contrasto al consumo di suolo; il recupero di attrattività del territorio comunale per le imprese allo scopo di incrementare le opportunità di lavoro –  vera emergenza in questo momento-; il recupero del patrimonio edilizio ed il rinnovato rapporto di collaborazione tra l’Amministrazione pubblica ed i soggetti privati che erogano servizi di pubblica utilità e svolgono un ruolo attivo nella trasformazione del contesto urbano.

A seguire il consigliere Ferdinando Quinzani ha apprezzato il lavoro svolto, la trasparenza del percorso intrapreso ed il pieno coinvolgimento della commissione sin dall’inizio. Il suo è stato un voto di astensione in attesa di valutare le osservazioni che perverranno durante la successiva fase di pubblicazione. Voto di astensione da parte del consigliere Santo Canale motivato dalla volontà di approfondire ulteriormente, in questi giorni, la documentazione. Si è astenuto anche il consigliere della Lega Nord Giovanni Ferraroni. Pieno e convinto il sostegno del consigliere del Popolo della Libertà Marcello Ventura, per il quale il documento prodotto dimostra un notevole impegno accompagnato da una profonda ed attenta analisi. Giancarlo Schifano ha espresso invece parere contrario non ritenendo sufficientemente approfondito il tema dell’edilizia scolastica. Un “benevolo voto contrario”, come lo stesso consigliere lo ha definito, è stato espresso da Daniele Soregaroli, per il quale nella Variante esistono, a suo giudizio, alcune misure apprezzabili ed altre meno, mentre va giustamente riconosciuto il considerevole lavoro svolto da tutti gli uffici del Settore Gestione Territorio.

Durante la seduta della commissione consiliare sono stati inoltre illustrati le misure incentivanti  il recupero del patrimonio edilizio esistente ed il pacchetto localizzativo di incentivi ed agevolazioni rivolte alle attività produttive e del terziario avanzato che in futuro decideranno di investire nel Comune di Cremona, nonché il protocollo d’intesa per la riqualificazione energetica dei fabbricati e la sensibilizzazione sul risparmio energetico nelle abitazioni e nei luoghi di lavoro. Si tratta di strumenti che accompagnano l’attuazione delle misure strategiche della Variante generale al PGT.

Sui primi due punti è stato espresso un giudizio unanimemente positivo: è stata compresa ed apprezzata infatti la concreta possibilità di rendere il nostro territorio attrattivo utilizzando tutte le misure che l’Amministrazione comunale può mettere in atto. A tale proposito il vice sindaco ha comunicato che, giovedì 24 gennaio, vi sarà un utile confronto con i rappresentanti delle associazioni di categoria allo scopo di giungere ad un testo che possa incontrare la massima condivisione. Il testo, nella sua versione definitiva, ritornerà quindi in commissione per l’acquisizione del parere per giungere in Consiglio nel mese di marzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti