Cronaca
Commenta6

Cesira Bassanetti Lameri non ci sta C'è Silvana Lissandrello di Ricengo

AGGIORNAMENTO – Il Pdl cremonese ha presentato la lista per le elezioni regionali. Al posto di Cesira Bassanetti Lameri (cha ha rinunciato all’ultimo), c’è Silvana Lissandrello, consigliere comunale di Ricengo. Confermate, dunque, le indiscrezioni delle scorse ore. La lista è: Malvezzi, Lissandrello e Jotta.

Cesira Bassanetti

ORE 9 – Solo questa mattina alle 10,30 conosceremo la lista cremonese del Pdl per le regionali. Sarà quando il coordinatore provinciale del Pdl Luca Rossi depositerà alla cancelleria del Tribunale Civile di Cremona i moduli, i documenti d’identità e le convalide. Solo così sapremo la squadra ufficiale del Popolo delle Libertà. Una situazione imbarazzante. Il ritardo nella compilazione della lista non è  certo dovuta alla pretattica. Divisioni interne, diffidenze, spinte di corrente, personalismi. Cose abbastanza note da tempo nel partito ma che la vicenda elettorale e la compilazione delle liste ha fatto esplodere. Dapprima le candidature a Camera e Senato che hanno tagliato fuori dalla competizione esponenti del Pdl della nostra provincia (Gianni Rossoni ci aveva sperato fino all’ultimo minuto). Questa notte poi, da Milano, è arrivata la notizia della rinuncia al fotofinish di una delle candidate di punta del Pdl, Cesira Bassanetti Lameri, 65 anni, sindaco di San Bassano. Il sindaco, conosciutissima in zona, moglie del fondatore del gruppo cerealico ed alimentare Lameri ed in prima linea nelle battaglie contro la discarica di Cappella Cantone evidentemente non ha visto soddisfatte le sue richieste di chiarezza sul tema della candidatura e della lista. Eppure il sindaco aveva inviato il suo curriculum per essere candidata ed aveva parlato personalmente con il coordinatore regionale Mantovani, saltando le mediazioni locali. Cosa è successo? Ha chiesto garanzie – non ottenute – sul “no” alla discarica di Cappella Cantone? Ha chiesto una competizione alla pari con gli altri due candidati Malvezzi e Jotta e nessuno è stato in grado di assicurarla? Ci sono altre ragioni? Probabilmente sì ma a noi cronisti sconosciute. Così, in tardissima serata, è arrivato il “no” definitivo della signora Bassanetti e il Pdl ha dovuto correre ai ripari. Una donna, per l’alternanza di genere prevista dalla legge elettorale regionale, bisognava assolutamente trovarla. Telefonate convulse tra Milano, Cremona e Crema. Indisponibile Paola Orini, bisognava in tutta fretta trovare qualche militante o amministratore disponibile a correre per la Regione. Così dal cappello è uscito il nome di Silvana Lissandrello,  semisconosciuta consigliere comunale 45 enne di Ricengo, impiegata nata a Ispica (Ragusa). Farà compagnia in lista a Carlo Malvezzi, vicesindaco di Cremona con delega all’Urbanistica in quota Cl, e a Mino Jotta, presidente provinciale dell’Aler, per vent’anni al vertice provinciale di Forza Italia e poi del Popolo delle Libertà. Questa mattina la consegna dei documenti in Tribunale. A meno di ulteriori sorprese della prima mattina i tre nomi saranno questi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti