Commenta

Tre giorni per il tuo cuore, iniziative di prevenzione rivolte a studenti

equipe-cardiologia

Anche quest’anno l’Unità Operativa di Cardiologia dell’Azienda Ospedaliera di Cremona, in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Educative del Comune di Cremona, organizza Tre giorni per il tuo Cuore, iniziativa dedicata alla sensibilizzazione e all’informazione rispetto alla prevenzione delle patologie cardiovascolari indirizzata soprattutto agli studenti (dalla scuola elementare alle medie superiori). L’evento che si svolgerà dal 14 al 16 febbraio 2013 si propone quale “laboratorio creativo” che utilizza la musica, la didattica interattiva e il teatro per veicolare un messaggio di salute e rispetto del proprio corpo. Al centro dell’attenzione sarà posta l’importanza dell’adozione di corretti stili di vita (alimentazione, fumo, attività sportiva), quale sana abitudine per pervenire le patologie cardiovascolari.

DUE GLI EVENTI PRINCIPALI APERTI A TUTTI I CITTADINI, AI BAMBINI, ALLE FAMIGLIE E AGLI INSEGNATI

Giovedì 14 febbraio 2012

CONCERTO orchestra Mousikè
“La musica del cuore”
Teatro Ponchielli, Cremona
Presenta Roberto Codazzi; Voce narrante Beppe Arena
Serata a ingresso libero

Sabato 16 febbraio 2012

CARDIOLOGIE APERTE – Aula Magna Ospedale di Cremona – ore 10
Il tempo del Cuore
Franco Agostino Teatro Festival
Attore: Nicola Cazzalini
Spettacolo teatrale per bambini, insegnanti (scuola primaria) e genitori. Intervengono medici cardiologi e medici della centrale operativa 118.
Ingresso libero
Per l’occasione varranno divulgate in forma di gioco informazioni sulle patologie cardiovascolari e nozioni di primo soccorso in caso di attacco cardiaco. Ai bambini verranno illustrate curiosità sul cuore, fornite indicazioni rispetto ai corretti stili di vita e ai principi basilari per la prevenzione delle malattie cardiovascolari.

CORRETTI STILI DI VITA UGUALE SALUTE

Come spiega Simona Mariani (Direttore Generale – Azienda Ospedaliera di Cremona), “l’Azienda Ospedaliera di Cremona è da sempre attenta alle iniziative – sia di carattere regionale che nazionale – tese a promuovere la salute e i corretti stili di vita. Ciò nella convinzione che attraverso l’informazione e la sensibilizzazione si possano ottenere grandi risultati in termini di salute, soprattutto quando gli interlocutori sono i bambini e gli adolescenti, ossia individui molto ricettivi e più facilmente propensi al cambiamento. Fornire ai più giovani strumenti di conoscenza rispetto al funzionamento del corpo e indicazioni scientifiche chiare e precise, utili a tutelare la propria salute, è uno fra i compiti importanti di chi oggi è professionalmente impegnato in ambito sanitario. L’entusiasmo che accompagna questa iniziativa, giunta alla sua 5° edizione, è comprovato dalla partecipazione – anche nelle fasi organizzative – di Istituzioni locali e operatori sanitari oltre che dall’enorme adesione di insegnanti, studenti e genitori.   Per questo ringrazio tutti coloro che si sono prodigati per la realizzazione del fitto carnet di appuntamenti che caratterizza “Tre giorni per il tuo cuore 2013”.

“Le malattie cardiovascolari – precisa Salvatore Pirelli (Direttore UO di Cardiologia – Presidio Ospedaliero di Cremona) – sono una delle prime cause di morte nel nostro paese e in tutto il mondo occidentale. La prevenzione, associata alla ricerca, è l’arma vincente per combattere queste patologie. L’incidenza di tali patologie è strettamente correlata allo stile di vita e la correzione dei fattori di rischio, quali ad esempio fumo sedentarietà, riduce la morbilità e la mortalità. Per questo l’Unità Operativa di Cardiologia dell’Azienda Ospedaliera di Cremona, da sempre impegnata nel campo dell’informazione, si occupa da quattro anni di un progetto indirizzato alle scuole primarie della Città promuovendo un corretto e sano stile di vita ai bambini e alle loro famiglie. A tale proposito preme sottolineare che la scuola gioca un ruolo fondamentale nella promozione alla salute e progetti come quello organizzato dall’Unità di Cardiologia possono essere stimolo per i ragazzi per diventare adulti responsabili e rispettosi della salute propria e di chi li circonda”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti