7 Commenti

Mondomusica New York, presentazione a Milano 'Eccellenza per regione'

mondomusica

‘Mondomusica’ sbarca a New York. La più importante manifestazione internazionale dedicata agli strumenti musicali artigianali sarà presente, per la prima volta, al Metropolitan Pavilion di New York dal 15 al 17 marzo. L’obiettivo è quello di diventare il più qualificato evento del settore negli Stati Uniti.

L’evento è stato illustrato oggi al Palazzo delle Stelline di Milano dall’assessore al Commercio, Turismo e Servizi della Regione Giovanni Bozzetti. Presenti, tra gli altri, il presidente della Provincia di Cremona Salini, il sindaco della Città Perri, il presidente della Camera di Commercio Auricchio e il presidente di CremonaFiere Antonio Piva.

“CREMONA ECCELLENZA CHE RAPPRESENTA REGIONE”
“Grazie alla cultura della liuteria cremonese e dell’artigianato ad essa legato – ha detto l’assessore regionale – possiamo promuovere l’eccellenza di tutto il territorio lombardo. Credo che una simile eccellenza debba essere conosciuta da tutto il mondo e valorizzata, in un contesto di marketing territoriale, anche in vista di Expo 2015”.

MOSTRE E CONCERTI
A ‘Mondomusica New York’ si ritroveranno più di 200 espositori provenienti da 14 Paesi (17 Stati degli Usa e 13 del resto del mondo) e nel nutrito programma di eventi spicca una mostra con i più significativi reperti della bottega cremonese di Antonio Stradivari, che, per la prima volta, lasciano il Museo del violino di Cremona per volare negli Stati Uniti. In programma anche un concerto di musiche verdiane in occasione dei 200 anni dalla nascita di Giuseppe Verdi.

“Regione Lombardia – ha concluso l’assessore regionale – crede fortemente in questa iniziativa, che vuol far conoscere la musica, le eccellenze e il territorio di Cremona in tutti gli Stati Uniti, per questo ha contribuito alla realizzazione di ‘Mondomusica New York’ con un contributo di 60.000 euro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • eros

    Bravi,Bravi !!!! La provincia toglie i finanziamenti alla fondazione stradivari e la regione li da a cremona fiere.

    Ha da tornà baffone!!!!!!!!

    ma andè tuti in mona!

  • Lora Daria

    14 nazioni 17 stati americani e gli portano anche gli Stradivari ecc ecce !!!! BRAVI !!! e i liutai importanti di Cremona non ci sono CHE FURBATA !!! E questo sarebbe fare il bene di Cremona oppure favorire la liuteria di altri paesi ?
    QUESTI CI SONO O CI FANNO ? o gli interessano solo i soldi della Regione e non i loro liutai ?

    • Primo Pistoni

      Ci sono tutti i liutai “bravi” di Don Rodrigo… che cosa vuole di più da M M a N.Y. regalano anche settanta (70) violini ai musicisti poveri della city…caspita! che classe! e li comprano per regalarli con i soldi di chi?
      Toc,Toc, c’è ancora fondo nella botte ?????

      • Annamaria Menta

        Se c’è lo useranno per fare i ‘gagliardetti’ dell’UNESCO, che considerano un ‘aiutino’ al marketing (sic!), dimostrando per l’ennesima volta di non aver capito niente, della liuteria e men che meno del riconoscimento che tirano in ballo ogni 3×2…

        p.s. attenzione a dove si sposta il mouse, il candidato a piè di pagina non si vede più ‘in continuo’ ma è ancora lì in agguato, se sbagli a cliccare….

        • Primo Pistoni

          Tirano in ballo il riconoscimento UNESCO soprattutto quei
          “parvenù” che non hanno mai saputo neanche da che parte era girata la liuteria prima, non lo sanno adesso…ma ci mettono il loro cappello…e non avendo altri argomenti da proporre in questa città,sono entrati a piedi uniti nel piatto…perchè adesso è trendy così.

          Giocano…giocano,tanto cosa glien frega a loro di noi
          siamo sempre stati un po come carne da cannone,sai cosa penso, quando si parlerà ancora dei nostri violini,nessuno si ricorderà più chi governava questa città,chi gestiva la stampa e chi dirigeva le associazioni.
          Non mi consola ma mi piace.
          Primo

        • Claudia Cremonesi

          Buongiorno Annamaria,
          lei è sempre attiva ed è un esempio per tutti i suoi colleghi che usano pseudomini o restano in silenzio pur sapendo la triste verità, andrebbe premiata solo per il suo coraggio, oltre che per la sua professionalità! Non ci conosciamo direttamente ma ci siamo incontrate sulla rete per scambiarci opinioni e per denunciare le ingiustizie che molti cittadini devono sopportare per una politica inefficente e sorda.
          Ricordo che, in un suo intervento Lei esortò ad ascoltare i liutai prima di parlare, perchè ovviamente, per sapere occorre prima di tutto essere competenti. Mi sento, quindi, in dovere di dire lo stesso a proposito dei professionisti di mktg, quelli seri, che si occupano di eccellenze in tutti i settori produttivi e di farle conoscere al pubblico con progetti e programmi rigorosi ed efficaci.
          Le bandierine lasciamole a chi fa il volantinaro o si improvvisa pubblicitario senza arte ne parte.
          Anzi sono proprio queste realtà che rovinano l’immagine di chi lavora seriamente e fa in modo che la professione venga sottovalutata e resa poco credibile. A Cremona le persone preparate e serie non sono mai state convocate ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Ma la prego, non faccia confusione.
          Le risposte che ho appena letto dicono molte cose, a chi lavora come me nel settore della comunicazione integrata, la prima è che vi dovreste unire, numerosi, manifestando coralmente alle amministrazioni locali, si sa che alla politica interessano i numeri e non le singole voci, la seconda sensibilizzare le testate specializzate e i quotidiani, anche non locali, facendo conoscere la verità.
          Altrimenti Perri continuerà a sostenere la CCIAA, l’Ente Fiera, il Museo del Violino; l’Onorevole Pizzetti a lasciare le vostre lettere in un cassetto senza risposta, la liuteria cremonese meno prestigiosa ad essere la più coccolata per strumentalizzazioni politiche.
          Ho già detto una volta che la liuteria unita può riprendere il controllo della situazione, ma c’è qualcuno di voi che lo sta facendo senza confondere ambizioni personali con benefici collettivi?
          Fatevi un esame di coscienza se state facendo davvero abbastanza.
          Con i migliori saluti, come sempre
          Claudia Cremonesi

  • Primo Pistoni

    Oggi alle 12:36 è arrivata un’altra e-mail, l’ennesima da parte di Mondomusica a New York che offre opportunità di contributi così formulata:

    ” Ho il piacere di informarla che la REGIONE LOMBARDIA ha predisposto un bando per la concessione di contributi per la partecipazione a Mondomusica a New York 15-17 Marzo 2013 ” si affretti!i posti ancora disponibili per partecipare sono pochissimi! ”

    Ma nella conferenza stampa di Milano non avevano dichiarato di avere il tutto esaurito? Cos’è un last minute ?

    Comunque personalmente sono IDEOLOGICAMENTE contrario a che Enti pubblici
    eroghino finanziamenti per operazioni o missioni commerciali private e favorevole invece a finanziamenti per manifestazioni culturali di spessore ed interesse divulgativo.

    Gli avete già i Vostri liutai…