6 Commenti

Le famiglie rinunciano alla macchina, mercato in picchiata: -44% a Cremona Il 2013 inizia con un altro crollo

autoev

Non si vedono segnali di miglioramento per il mercato dell’auto in provincia di Cremona. Al contrario, la situazione continua a peggiorare. Sintomo della crisi che schiaccia le famiglie del territorio. Se nel gennaio 2010 se ne contavano 1340, a gennaio 2013 le immatricolazioni si sono fermate a 755 (dati Aci). Numeri in picchiata. Lo si era già visto con l’analisi dei dati annuali: tra 2009 e 2012 il crollo è del 42% (da 13.786 a 8.061). Una diminuzione progressiva: 11.787 nel 2010, 10.282 nel 2011. Le condizioni del mercato auto si fanno ancora più complicate a inizio 2013. Rispetto a tre anni prima, in provincia, il calo delle immatricolazioni arriva a -44%. A gennaio 2010, come accennato, erano 1340, nello stesso mese 2011 1070, a gennaio 2012 818 e a gennaio 2013 755.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Fabio

    Ho acquistato una nuova vettura poche settimane fa, ed ho potuto notare una grossa incongruenza tra quanto viene giustamente pubblicato ed il comportamento di chi piange la crisi del settore. Ho girato alcune, diciamo molte concessionarie e fatto altrettante trattative. Tutte con lo stesso fil rouge. Prezzo di listino sparato, valutazioni usato risibili spazi di trattativa tendenti allo zero. Io VOLEVO l’autovettura nuova, e sono riuscito a spuntare il prezzo più congruo possibile ma mi domando… Hai un calo delle vendite che si aggira attorno al 40%, c’è crisi dilagante e disponibilità finanziarie della clientela che son quel che sono…. ma perché venditore, agisci sempre e solo come se mi stessi facendo un favore?????

    • Scorbutico

      Si bè, non ti avevamo chiesto la storia della tua vita…

      • franco

        hahahah

    • Bianca

      Perchè alle concessionarie le auto mica le regalano, hanno dei costi che non vengono scontati come viene fatto al cliente.
      Il listino è quello e basta, non vengono fatti sconti, non c’è crisi che tenga..

      • Giuseppe

        E infatti continuando così, le macchine se le tengono, e poi falliscono, per lamentele rivolgersi Mario Monti, Professore emerito.

  • Luca

    Svegliatevi un pò e usate la vs testa.
    Gli abitanti di Cremona Provincia sono 350mila circa, circa la metà è in età con la patente.
    Sono circa 75mila famiglie, se consideriamo una sola macchina a famiglia la media per cambiarla è una volta ogni 6-7 anni.
    Crisi?
    Oppure il mercato era drogato prima? Visto che abbiamo il parco auto procapite anche più grande dei tedeschi?
    Poi perchè fare sconti stratosferici per vendere? vendere auto è un lavoro e chi lo fa ci deve guadagnare, se anche c’è crisi e devo vendere per non guadagnare nulla preferisco non vendere, almeno non investo i soldi senza motivo.
    Non è che ha diritto di guadagnare solo il lavoratore assunto, anche chi è autonomo ha lo stesso diritto, anche perchè spesso è l’autonomo che paga lo stipendio del dipendente.