12 Commenti

Piazza Marconi, scivola sul pavimento in vetro: all'ospedale

vigili

foto Sessa

Intervento della polizia locale e del 118 in piazza Marconi intorno alle 9.30. Un 67enne è scivolato mentre stava camminando sul quadrato in vetro che ricopre i reperti della piazza. Subito sul posto un’ambulanza che ha soccorso l’uomo e l’ha trasportato in ospedale in codice giallo. I vigili hanno provveduto a delimitare di nuovo la zona (alla quale non era già consentito accedervi). ‘Vietato salire. Pavimento scivoloso. Pericolo di caduta, si legge sui cestini a lato del quadrato interessato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Andreina

    Questi anziani qui che si dimenticano di inserire l’ ABS..

  • roby27

    bè,se uno,nonostante i cartelli che ci sono in tutto il perimetro di”vietato salire!”,lo fa e poi cade..la responsabilità è già accertata!

  • Mario

    Tanto ripaga il cavaliere….a già ma questo commento me lo cancelli perché ora sei suo dipendente direttore….
    Comincerò anche io a parlare male del cav così mi da un lavoro stabile.

  • Annamaria Menta

    Ma chi sarà mai quel genio che ha progettato la favolosa struttura?……e chi sarà mai l’altro genio che l’avrà approvata?…..

    però c’era il cartello “vietato salire” con nastro che delimita stile “C.S.I.” (“work-in-progress”?…) che si sposa bene con gli altri divieti sulla piazza, alcuni ‘in esclusiva’ dato che in altri luoghi pubblici non sono in vigore…proprio una piazza “restituita ai cittadini”.

    • roby27

      al di là del progettista o delll “approvatore” della struttura,nn ci vuole un genio a capire che se cammini su una lastra di vetro ghiacciata,potresti cadere no????nn diamo sempre la colpa al comune,allo stato,al governo,al Signore,quando a volte basta proprio un briciolo di intelligenza!

      • Daniela Cilio

        Sono d’accodo!!!

  • Gigetto

    Nei luoghi di lavoro se fai una pavimentazione così sei fuori norma.
    Li sopra avevano messo le stiscie autoadesive antiscivolo; poi le hanno tolte.
    Adesso c’è un cartello su un cestino dell’immondizia.
    NOTARE CHE:
    – il cestino e tutto il resto attorno hanno spigoli vivi e possibili cause di ferite
    – sulla pubblica via ci sono turisti stranieri, bambini e pensionati e un cartello non serve a niente
    – chi ha progettato vive non so dove: esistono i grigliati metallici o doveva fare il manufatto più alto o cintarlo con un corrimano
    – quando c’è su la neve chi sa che sotto c’è il vetro?
    Come i giardinetti del nuovo quartiere ex consorzio agrario/coggi legnami.
    Progettati da un alieno!!!

    • roby27

      ma se sei cosi esperto e convinto sulle norme antiinfortunistiche,perchè invece di scriverle qui,nn fai una denuncia o un esposto?

      • Gigetto

        La piazza non è un luogo di lavoro. Chi eventualmente deve lavorarci deve preventivamente valutare i rischi.
        L’esposto è già stato fatto da L.U.C.I. e l’amministrazione comunale ha già risposto.
        Bastava fare o tutto a raso e pedonabile o più alto e non calpestabile.
        Adesso l’è ne na sibra ne en supel.
        Saluti

  • Orso Bubu

    E’ bello che ci siano i vetri per vedere giù, è bello salirci sopra per guardare, è giusto che ci siano i cartelli; per me dovrebbero limitare il divieto solo se bagnato. Non mi pare abbia senso aggiungere altro. Gli incidenti succederanno sempre, se non sul vetro poco più in là.

  • Andrea

    BASTAVA NON FARE QUELLA PAVIMENTAZIONE; E SOPRATTUTTO: A COSA SERVE SE NON CI SI PUO’ SALIRE E QUINDI VEDERE (SE C’E’ QUALCOSA DA VEDERE) COSA C’E’ SOTTO???

  • Stefano Bocci

    I vetri sono stati messi per camminarci sopra e vedere i resti sottostanti; vietare l’accesso, anche se dovuto, visto che si scivola, è una assurdità! Il Comune dovrebbe chiedere i danni al progettista e a chi ha approvato.