Cronaca
Commenta15

Trasloco di Lgh, la nuova sede costa 11mila euro di affitto al mese Il sindaco: 'Operazione necessaria'

Lgh, la holding che fornisce gas ed energia (partecipata da Aem) che ha a Cremona la principale sede operativa del gruppo, si è trasferita da via Persico a via dei Comizi Agrari, vicino a Cà de Somenzi. Una imponente sede ben visibile dalla tangenziale cremonese che costa 11mila euro al mese di affitto (11.083 precisamente). I dettagli nella risposta del sindaco Oreste Perri ad un’interrogazione della democratica Caterina Ruggeri. “Nel 2006 – scrive il primo cittadino – venne individuata una sede provvisoria in via Persico attraverso il recupero di un magazzini elettrico di proprietà di Aem Cremona Spa. La scelta è sempre stata provvisoria. La vecchia sede era stata progettata per ospitare circa 20 persone, tra cui il Presidente, l’Amministratore delegato oltre ai responsabili del gruppo per le varie funzioni di staff. Una sede con una capacità espansiva molto limitata e con un’unica sala utilizzata sia come sala per il Cda che per le riunioni di staff. Il gruppo in sei anni è cresciuto, ma soprattutto ha proceduto in un complesso e significativo lavoro di semplificazione societaria con una concentrazione sempre più spinta delle attività operative nella sede della capogruppo Lgh”. Sono 1.247 i dipendenti di Lgh (che ha realtà aziendali a Pavia, Crema, Rovato e Lodi), 139 impiegati nella sede capogruppo. “Da qui la necessità di assicurare spazi di lavoro appropriati per i singoli dipendenti e sufficienti sale riunioni per i numerosi incontri che si avvicendano durante l’arco di una giornata”.
“Vorrei sapere dal sindaco – scriveva la Ruggeri nella sua interrogazione – se in questo difficile  momento economico, era così necessario aprire una nuova sede. Quali vantaggi ha portato all’intera Holding e quali miglioramenti ai suoi numerosi utenti, gravati sempre più da pesantissime bollette e alle famiglie che, per la difficile crisi, si sono viste chiudere indiscriminatamente i contatori di luce, gas e acqua?”. “Accostare questa necessaria e opportuna operazione di consolidamento logistico delle attività di Lgh ai distacchi per morosità  – risponde il sindaco – è quanto meno improprio. Le modalità ed i tempi dei distacchi per morosità non sono definiti da Lgh ma dall’Authority per l’energia e il gas che ha stabilito procedure standard nazionale cui l’Azienda di vendita del Gruppo si è conformata. Merita di essere sottolineati, invece, gli sforzi compiuti da Aem/Lineapiù e dal Comune per attenuarne l’impatto sociale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti