Commenta

Giornata del Fai, aperti Ala Ponzone e San Pietro al Po

fai

foto Sessa

Porte aperte del Fai. Nelle giornate dedicate al Fondo Ambiente Italiano in programma il 23 e 24 marzo sono tre i luoghi cremonesi che in esclusiva apriranno le porte. A Cremona il palazzo Ala Ponzone di corso Vittorio Emanuele, sede dei servizi sociali e dell’anagrafe del Comune, la sacrestia e il refettorio di San Pietro al Po, a Crema palazzo Terni De Gregori Portapuglia Bondenti.

PALAZZO ALA PONZONE

Sabato 23 e Domenica 24, ore 10.00 – 12.00 (ultimo ingresso ore 11.30) / 14.00 – 18.00 (ultimo ingresso ore 17.30)

Note orario: Prenotazione consigliata: on line www.faiprenotazioni.it; delegazionefai.cremona@fondoambiente.it; tel. 340 9576500.Apprendisti Ciceroni®: Liceo Europeo “Beata Vergine”; Liceo Ginnasio Statale “D. Manin”. Visite anche in lingua inglese, francese, cinese e hindi a cura dei Ciceroni in lingua.

Descrizione: Opera neoclassica di Carlo Visioli della prima metà dell’Ottocento commissionata dal Marchese Giuseppe Sigismondo Ala Ponzone. Alla morte del marchese, il palazzo si presentava come una vera e propria Casa Museo. Le collezioni, aperte al pubblico a fine Ottocento, furono trasferite presso Palazzo Affaitati nel 1927, a formare il nucleo centrale del Museo Civico di Cremona. Negli anni successivi il Palazzo divenne sede del partito fascista.

SAN PIETRO AL PO

Orario: Sabato 23 e Domenica 24, ore 10.00 – 12.00 (ultimo ingresso ore 11.30) / 14.00 – 18.00 (ultimo ingresso ore 17.30)

Note orario: L’accesso alla sacrestia avverrà compatibilmente con gli orari delle funzioni religiose. Prenotazione consigliata: on line www.faiprenotazioni.it; delegazionefai.cremona@fondoambiente.it; tel. 340 9576500. Apprendisti Ciceroni®: Liceo Europeo “Beata Vergine”; Liceo Ginnasio Statale “D. Manin”. Visite anche in lingua inglese, francese, cinese e hindi a cura dei Ciceroni in lingua.

Descrizione: La sagrestia della chiesa progettata da Francesco Dattaro si connota per l’affresco raffigurante Il profeta Elia sul carro del sole di Antonio Campi che rimanda a soluzioni profane adottate da Giulio Romano in Palazzo Te a Mantova. L’opera, recentemente restaurata, esprime la notevole capacità illusionistica del Campi. Sulle pareti sono collocate poco note opere dedicate alla Vergine. Nell’ex refettorio si trova la Moltiplicazione dei pani e dei pesci eseguita da Bernardino Gatti il Soiaro.

PALAZZO TERNI DE GREGORI PORTAPUGLIA BONDENTI

Orario: Sabato 23 e Domenica 24, ore 10.00 – 12.00 (ultimo ingresso ore 11.30) / 14.30 – 17.30 (ultimo ingresso ore 17.00)

Note orario: Sono proposti due percorsi: Dal porticato al piano rialzato dell'”Ala Bondenti”: visita di quattro sale oggetto di recentissimi lavori di restauro conservativo. Dallo scalone al piano nobile per la visita della Biblioteca e della Cappella. Sono tassativamente vietate le riprese video e fotografiche. Durante le visite i cellilari dovranno essere spenti. Prenotazione consigliata: on-line www.faiprenotazioni.it; gruppofai.crema@gmail.com; tel. 348 7434207. Apprendisti Ciceroni®: Liceo Classico “A. Racchetti”. Visite guidate anche in lingua inglese e francese a cura dei Ciceroni in lingua, su prenotazione: gruppofai.crema@gmail.com; tel. 348 7434207.

Descrizione: Elegante e imponente palazzo in stile barocchetto della prima metà del Settecento. Maestosi i due portali d’ingresso in pietra con grandi conchiglie, capitelli a fogliami e festoni di fiori. L’edificio, in cotto a vista, ha una struttura complessa: due ali sono rivolte verso una piazzetta e sono collegate da un corpo arretrato, così da formare una corte, chiusa da un’alta muraglia con quattro statue di elegante fattura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti