3 Commenti

Tangenti in sanità, sotto la lente incontro tra Mariani e Guarischi

ospedale-mariani

Sopra, l’Ospedale e il direttore generale Mariani

Dai vertici dell’Azienda ospedaliera di Cremona solo un “no comment” dopo la notizia dell’attività della Dia di Milano relativa a presunti episodi corruttivi nella sanità lombarda. Nel mirino degli investigatori anche l’appalto per un costoso macchinario destinato all’Ospedale cittadino (circa 8 milioni di euro). Tra gli indagati con l’ipotesi di corruzione c’è proprio il direttore generale Simona Mariani. Figure fondamentali del sistema descritto dalla Dia sono Massimo Guarischi, ex consigliere regionale di Forza Italia, e Giuseppe Lo Presti, numero uno della Hermex, ditta che commercializza strumentazione. Entrambi sono finiti in arresto. Repubblica ricostruisce oggi l’indagine milanese: gli investigatori hanno fotografato più volte summit organizzati secondo l’accusa nel capoluogo meneghino – nell’appartamento-studio di Guarischi – per agevolare finanziamenti regionali e appalti che la Hermex ambiva ad avere a Cremona. Secondo gli investigatori tutto – scrive Repubblica – si sarebbe sbloccato la primavera scorsa, quando “su un’auto con autista intestata all’Asl” si sono presentati da Guarischi la direttrice generale dell’Ospedale cremonese, Mariani, e Lo Presti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Giodino

    nessuno mi sa dire come una persona del calibro di Guarischi, uno che negli ultimi 20 anni è stato indagato processato e condannato possa ancora frequentare ambienti della regione lombardia ed i suoi politici? e la sua segretaria personale a libro paga della regione?

  • tarzan

    Speriamo che Maroni faccia un po’ di pulizia

  • Michael

    Nessuno ha collegato il fatto che la Mariani e Lo Presti siano giunti “su un’auto con autista intestata all’Asl” con l’indagine svolta all’inizio di Ottobre scorso dalla Gdf di Cremona proprio sull’utilizzo indebito dell’auto blu da parte della dott.ssa Mariani? Ma sì che si sarà fatto ‘sto collegamento. Ma ormai non si può scrivere più nulla, neanche avvicinare due fatti senza collegarli. Ti saltano addosso subito…