2 Commenti

L'assessore Amore a Roma tra la folla di S. Pietro per il Papa

amore

L’assessore ai servizi sociali Luigi Amore (nonché insegnante di religione alle superiori) si trovava in piazza S. Pietro mercoledì 13 marzo quando Jorge Mario Bergoglio si è affacciato al balcone presentandosi come Papa Francesco I. L’assessore si trovava nella capitale per parlare con alcuni funzionari ministeriali e poco dopo le 19, quando c’è stata la fumata bianca, si trovava nell’ufficio del sottosegretario all’istruzione con la dirigente dei servizi sociali Eugenia Grossi. “All’annuncio, l’ufficio si è letteralmente svuotato, sottosegretario compreso. Abbiamo chiamato un taxi e siamo andati a San Pietro”. Alle 19,20 il gruppo cremonese era in mezzo alla folla cosmopolita: “Mi ha molto colpito il silenzio che si è creato quando il Papa ha parlato chiedendo alla folla una preghiera- racconta l’assessore -. La rapidità con cui è stato eletto colpisce ancora di più se rapportata alla lentezza con cui invece, sta procedendo l’urgente questione della formazione del Governo. Mi ha molto colpito la sua umiltà e il richiamo al fatto che la Chiesa abbia bisogno della preghiera di tutti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • politici al rogo

    io penso che dovremmo farlo santo subito

  • elia sciacca

    visto che è un insegnante di religione mi auguro che appena appresa la notizia si sia recato in qualche confessionale per prepararsi alla santa comunione, condizione mimima richiesta per i veri cristiani.