2 Commenti

Cori razzisti a San Daniele contro squadra di Eboli

hockey-su-pista

Cori razzisti a Cremona contro la squadra di Eboli. Lo spiacevole episodio è accaduto prima e durante la partita di hockey su pista di A2. Nel mirino, la Cresh Eboli, in trasferta a San Daniele Po per affrontare i padroni di casa della Pieve 010, perennemente accompagnati da coretti di questo genere: “Terroni tornate a casa”. «Siamo stati bersagliati da cori razzisti – ha detto al Corriere del Mezzogiorno la presidente del club ebolitano, Angela Califano – la cosa mi ha irritato ancora di più perchè quei cori sono arrivati prima del minuto di silenzio in ricordo del grande Pietro Mennea, un uomo di sport e soprattutto un meridionale, e di Manganelli, altro personaggio del Sud di grande spessore. Molti dei giocatori erano intenzionati a non scendere in campo, poi la società è intervenuta e li ha spinti a giocare. Con una motivazione ben chiara: lo sport deve sempre vincere sul razzismo”. Da parte sua il club cremonese ha smentito che ci siano stati cori razzisti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Lora Daria

    quali provvedimenti saranno presi per questi imbecilli?

  • Umberto Bossi

    20 Maggio 2012…29 Maggio 2012..