7 Commenti

Bocciato il Festival di Mezza Estate Niente contributo per la rassegna Riunione di Giunta (con tensioni su asili e mense)

evidfest

Bocciatura per i fondi al Festival di Mezza Estate. La questione, in tempi di ristrettezze economiche, è passata di nuovo in Giunta comunale in mattinata, dopo almeno un paio di precedenti passaggi che avevano visto la sfuriata finale dell’assessore Nicoletta De Bona. Stavolta ha proposto la definizione di un bando per la gestione e assegnare 100mila euro all’anno al vincitore per tre anni ma l’idea è stata respinta. Al Comune la rassegna estiva di spettacoli e di musica all’Arena giardino è già costata 500mila euro per le varie manifestazioni in cinque edizioni. Il contributo per quest’anno è stato bocciato definitivamente. “Non è possibile chiedere finanziamenti per il 2014, quando siamo qui a dover rispondere ai bisogni del 2013”, ha detto tra l’altro a fine seduta un assessore. Questo avviene all’interno di un quadro economico desolante nel quale – è emerso ancora in Giunta – si sta verificando un calo continuo delle entrate da oneri di urbanizzazione (2,5 milioni in meno nell’ultimo anno).

Intanto nella giornata di giovedì è fissata la prima udienza del giudizio civile sul caso Prima Show, mentre la Finanza ha chiesto al Comune l’acquisizione delle rendicontazioni delle manifestazioni estive del Festival di Mezza Estate, sia quella organizzata da Prima Show, sia le edizioni successive (leggi l’articolo).

TENSIONI SULLA COPERTURA ECONOMICA
PER ASILI NIDO, MENSE, MUSEI E IMPIANTI SPORTIVI

In Giunta anche tensioni sui problemi legati alla copertura economica dei servizi a domanda individuale come asili nido, mense, accesso a musei e impianti sportivi. In questi casi il Comune ha sempre pagato una parte dei costi, il resto è affidato alla compartecipazione degli utenti. L’assessore alle Politiche educative Jane Alquati, interpellata sulla questione, parla di “normale dialettica” e di “attenzione legata alle incertezze dei trasferimenti dallo Stato”, ma pare che siano volate parole pesanti. Aggiunge la Alquati: “Penso che, passata la Pasqua, con tutta la maggioranza dovremo sederci attorno a un tavolo e considerare le priorità di questa Amministrazione. Servizi scolastici e servizi rivolti alle famiglie, assieme ai servizi sociali, devono essere una priorità”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • l unica cosa bella ed interessante che c era a cremona per chi rimaneva a cremona,ci viene tolta!grazie comune di cremona!continua a sperperare soldi per opere inutili!

    • Quaqquaraqquà

      Il Comune ha tolto il contributo, non ha cancellato la rassegna! Se avesse dato i 100mila euro avresti detto che c’erano altre priorità i poveri i disoccupati le buche nelle strade le piste ciclabili la pace nel mondo, ora che non li stanzia non va bene neanche così….ma vaaaaaa

      • carlo

        prova a informarti su quanto costava la rassegna prima che decidessero di toglierla a chi ci lavorava da anni per affidarla a società esterne, dimostratesi poi molto affidabili, vedi primashow.
        Questa è la conseguenza di una politica cieca, per non dire disonesta, che vuole solo esternalizzare, senza utilizzare le risorse interne, di provata capacità

        • kunta

          di provata capacità in ambito comunale NON NE CONOSCO UNO!
          Conosco invece decine e decine di dipendenti comunali (ed amici) che non fanno una mazza dalla mattina alla sera.
          Conosco poi decine di dipendenti comunali che hanno il doppio lavoro, in nero, of course…
          Conosco infine decine e decine di dipendenti comunali iscritti al sindacato solo per il fatto di garantire questo stato di fatto.
          il problema non è solo di cremona, ma di tutto l’apparato pubblico.
          non scandalizziamoci se poi grillo è il primo partito.

          • carlo

            chissà perché allora il festival di mezza estate fino al 2009 era gestito internamente e non aveva creato nessun problema ma solo ottimi risultati. Chi parla genericamente di lavativi nella PA dovrebbe prima sciacquarsi la bocca

  • Babilon

    io dico solo che un qualsiasi progetto COMUNALE… debba essere gestito interamente e solamente da imprese del territorio… quindi riguardo primashow… hanno segato in partenza… e nulla mi convincerò che sotto c’è mooolto altro che ruota intorno a questa vicenda…

    l’importante è che questi soldi il nostro caro COMUNE non li sperperi nel darsi premi o aumenti ingiustificati e mafiosi.

    esempio? solo 1 anno fa o meno… risparmiano per poi mangiarci in testa

    http://www.cremonaoggi.it/2011/12/08/crisi-e-sacrifici-non-per-tutti-perri-e-i-suoi-assessori-si-aumentano-lo-stipendio-retroattivo-da-gennaio-2011/

    • Babilon

      imprese del territorio COMPOTENTI e non amici di serate…