21 Commenti

Romeno arrestato, sorpreso a rubare 250 litri di gasolio

carabinieri

foto Sessa

Un cittadino romeno di 38 anni, I.G., residente a Soresina, pregiudicato, è stato arrestato alle prime luci dell’alba, intono alle 2 di sabato mattina, mentre rubava gasolio da un cantiere edile in località Crotta d’Adda all’interno di una cava. Stava ultimando le operazioni di sottrazione di gasolio da un escavatore quando è stato sorpreso da un vasto dispiegamento di forze dei carabinieri, impegnati per tutta la notte (e dalla mezzanotte del giorno prima) in una campagna coordinata di azioni preventive e repressive su tutto il territorio di competenza della Compagnia di Cremona. In particolare, all’arresto in questione hanno contribuito i militari della stazione di  Pizzighettone  e quelli del Radiomobile di Cremona.  La cava appartiene all’impresa Testa Giambattista di Crotta d’Adda.

L’uomo – quando è stato scoperto – aveva già riempito barili per 250 litri di gasolio e li aveva caricati su un furgone insieme ad altri due complici che però si sono dati alla fuga per i campi. L’allarme è scattato quando i tre hanno asportato dall’escavatore alcune batterie di grosso potenziale, collegate a loro volta ad un allarme satellitare collegato alla caserma dei carabinieri. E’ stato l’unico arresto della notte, nell’ambito di un’intera giornata di operazioni e controlli coordinati che hanno coinvolto altre stazioni della provincia. A Casalbuttano i militari hanno deferito un 22enne alla guida di un ciclomotore senza possesso di patente; a Vescovato è stato denunciato un cittadino indiano residente a Persico alla guida di un furgone con a bordo un coltello a serramanico. Sempre i carabineri di Vescovato hanno denunciato per trasporto illegale di rifiuti un pluripregiudicato di origine calabrese residente a Borgo S. Giacomo, Massimo Bevilacqua,  che trasportava circa cinque quintali di rifiuti speciali e pericolosi, tra cui alcuni frigoriferi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • un altra risorsa umana straniera utile all italia!

  • Enrico

    Ho perso il conto da inizio anno di quanti rumeni hanno arrestato? Io se fossi rumeno comincerei a chiedere la cittadinanza svizzera i caso sono due o sono tutti delinquenti o i delinquenti vengo tutti qui ! Ai posteri l’ardua sentenza!

    • nbc

      Seconda ipotesi più probabile, per la cronaca ..arrestato non significa carcerato.
      Processato sicuramente ,magari in contumacia, a nostre spese e forse condannato ai soliti 2 o 3 mesi che non sconterà mai. E chi li manda più via da quì? Male che vada perdono solo un pò di tempo in qualche ufficio di polizia . In compenso le spese per la gestione di tutti questi casi sono altissime per la comunità.

  • Marta

    anche per questo problema ci pensa, a risolverlo, la Boldrini……

  • politici al rogo

    avevamo il record sui furti in Europa ma da quando sono arrivati i Romeni noi siamo dei dilettanti, allo sbaraglio, mi domando e chiedo che senso ha scrivere arrestati per furto romeni …. basta dire arrestati e la nazionalità è automatica
    ripeto il concetto espresso diverse volte cari cremonesi buonisti sappiate che se non reagiremo, questi signori ci faranno a pezzi.

  • grigiorosso61

    Le risorse che ci pagheranno le pensioni!!!!!!!

  • Giorgio

    Mai na volta che parte una scintilla….

  • Michael

    Nbc, Enrico, Marta e Politici Al Rogo. Leggo ben quattro post sui rumeni. Manco uno sull’ultimo tizio, quello che (chiatto chiatto) trasportava 5 quintali di rifiuti pericolosi, calabrese e pluripregiudicato: provate a mettere insieme questi dettagli e formate un primo quadro. Poi provate a collegare questo quadro con recenti fatti inquietanti relativi al ritrovamento di tonnellate di rifiuti speciali in una sperduta località della provincia. Indubbiamente di rumeni che delinquono ce n’è tanti. Ma pensate che mandando via loro risolveremmo il problema? Forse lo risolveremmo per il 10% (se non meno).
    Certo, prendersela per queste cose è facile: sono “evidenti” e non richiedono troppo sforzo in connessioni e collegamenti. MA vi assicuro che i delinquenti veri, quelli che attentano alla nostra salute e ai nostri diritti, sono altrove. Ci sono ombre inquietanti sul territorio cremonese. Aprite gli occhi. Rispetto a queste ombre, i rumeni (anche quelli che rubano una cifra ragguardevole di gasolio) sono davvero una scoreggia nel vento… Pareri…

    • nbc

      Sicuramente quanto hai richiamato è veramente inqietante (discarica abusiva)e degno della massima attenzione, sminuire però la criminalità straniera che dilaga sul territorio per lanciare poco velate accuse di razzismo mi sembra veramente limitato. La gente comune che apprende solo quel che la stampa o la rete trasmette , non ha neppure lontanamente l’idea di quanto pesante sia per la comunità l’invasione che stiamo subendo. E poi permettimi…il trasportare dei frigoriferi usati e scaricarli dove capita per certe etnie è cosa comune …informati. collegare il calabrese in quanto tale al fenomeno discarica è parallelismo tuo che dimostra un certo , questo sì, pregiudizio radicato.

      • Michael

        Pregiudizi radicati? Parallelismi? Scusami, mi viene da sorridere. Chiaro, sorrido con te e non di te, ma mi vien proprio da sorridere. Forse sei tu che minimizzi troppo…

      • Michael

        Visto che questo giornale è l’unico ad aver dato il nominativo completo di quel soggetto, non credo ti servirà un’informativa dei carabinieri per renderti conto del suo pedigree criminale, bastano un paio di clic in internet…

        • nbc

          se è per questo lo conosco di persona , lui come molti sui “parenti”, mi riferivo a questo per conoscenza del territorio. Comunque non prendertela io sicuramente non ho nulla contro di te ed ho recepito il tuo contributo e te ne ringrazio. cordialmente

          • Michael

            Ho capito. Non so come tu faccia a dire che me la sono presa, comunque dico solo: vedi tu. Se conosci il soggetto meglio per te. Conoscere quel soggetto non credo però significhi avere “una profonda conoscenza del territorio”. Potresti conoscerlo per i motivi più diversi, anche fortuiti. Io purtroppo, personalmente, non posso farmi Casaletto Vaprio – Rivarolo del Re una volta al giorno per informarmi su tutto ciò che succede sul territorio. Se conosci il soggetto meglio così, saprai valutare meglio di altri la notizia.
            Spero che, siccome hai una profonda conoscenza del territorio, tu sia a conoscenza anche di certi summit avvenuti in periodo pre-elettorale in alcuni paesini del cremonese (data la tua conoscenza non ti sarà difficile sapere quali paesi) tra le “famiglie” (sai di quali famiglie parlo) per sostenere la corsa politica di alcuni personaggi locali… Se conosci il territorio come dici dovresti sapere anche questo… e se, come credo, ne sei a conoscenza, ti chiedo: tra un rumeno che ruba 250 litri di gasolio (e va punito, su questo non ci piove) e la notizia di questi summit qual è la più inquietante secondo te? Vedi tu… anzi: vedete voi… Apprezzando il tuo contributo, ti ringrazio per l’attenzione
            Cordialmente

      • Michael

        E comunque, guarda che io mi sono informato (anche anche se “conosco poco il territorio” ho anche io le mie fonti – che, tra l’altro, mi paiono piuttosto attendibili), e non ho scritto quel che ho scritto semplicemente per le origini del tizio. Prima di fare illazioni, consiglierei a te di informarti… Certo, come dici tu, nessuno può provare nulla a carico di nessuno. Per ora. Ma infatti io non ho accusato nessuno. Ho solamente avvicinato due fatti e dietro l’accostamento c’è ben più che l’origine del soggetto…

        • nbc

          Evidenziare un fenomeno e portarlo a conoscenza di altri lo ritengo un utile contributo, quindi anche quel che hai segnalato tu lo considero tale, fare polemiche non mi interessa . chiudo

  • Elia Siacca

    caro Michael, con il mio diventano 5 i post sui Romeni,tu rappresenti la stragrande parte degli Italiani che da decenni minimizzano sempre e giustificano i reati anche più odiosi ,non mi meraviglio delle tue esternazioni Italiche ,ma sappi che questi, che tu dici che sona una scoreggia nel vento, sono 10 anni che ci scoreggiano in faccia se per te va bene accomodati, ma io anche se rappresento la minoranza ti dico che i Romeni hanno nel loro DNA il seme della violenza in percentuale molto più elevate dei nostri delinquenti nostrani camorra ndrangheta e mafia compresa ,forse perché tenuti oppressi per troppi decenni, in un regime comunista, quando arrivano da noi fanno quello che vogliono, l’Italia è il ventre molle dell’Europa e loro lo sanno per questo, che se non reagiremmo ci faranno a pezzi, la polizia è inerme non tanto per le loro capacità, ma soprattutto perché i vertici che vivono in un mondo ovattato, credono di risolvere i problemi con i soliti vertici dell’ordine pubblico che sono aria fritta.
    certamente noi Italiani non possiamo dare l’esempio in merito all’atavica omertà ,ma gradirei sapere perché la comunità Rumena cosi numerosa non ha mai preso le distanze da questi delinquenti che sono una risibile percentuale dei romeni presenti ,nell’attesa che padre padre Doru Fuciu che se non sbaglio ha ricevuto dalla comunità della diocesi cremonese una chiesa per celebrare i riti ortodossi …. batta un colpo vi saluto.

    • Puntino sulla i

      Caro Elia Sciacca, nessuno minimizza. Ho ben detto che i “rumeni che hanno il crimine nel DNA” (espressione piuttosto inquietante, lasciamelo dire) sono un nulla, ma IN CONFRONTO a ombre ben più gravi, ben più inquietanti e ben più allarmanti che si muovono da anni e si stanno muovendo tutt’ora nella provincia di Cremona. Dico solo di dare alle cose il giusto peso, e vedere i fatti nella giusta scala dimensionale.
      O vogliamo continuare ad evitare di credere (questo sì è minimizzare) che certi tipi di organizzazioni al nord non esistono, che non esistono le collusioni con la politica o l’omertà della gente???
      Dello schifo che sta succedendo nel settore dell’abbandono incontrollato dei rifiuti pericolosi non diciamo nulla??? Dello schifo che rischia di scoppiare nel biogas non diciamo nulla?? Va bene sig. Sciacca, prendiamocela con la microcriminalità rumena (così almeno mi hanno insegnato a valutare questo tipo di reati ai corsi di criminologia: appunto, microcriminalità). Io non dico che questi soggetti non vadano puniti, anzi. Dico che è molto più facile prendersela con il marocchino che ruba al supermercato o con il rumeno che ruba 200 litri di gasolio piuttosto che cercare di capire certe connessioni tra fatti criminali gravi ed il mondo dell’amministrazione, e tirarne il giusto senso.
      Lungi dal voler insegnare qualcosa a qualcuno, consiglio solamente, visto che Lei è stato in politica, di guardarsi un po’ di più attorno
      Cordialmente

      • nbc

        Scusa puntino sulla i…..avrai anche studiato…..ma forse non conosci la realtà del territorio dove una miriade di comportamenti inconciliabili con la nostra società sono ogni giorno messi in atto da varie etnie ( non solo Rom) e di cui solo una minima parte sale agli onori della cronaca.
        E’ sicuramente microcriminalità o mancanza totale di senso civico; comunque sia conviverci per le fasce deboli diventa sempre più difficile e costituisce ingiustizia sociale come e forse più pesante dei problemi del biogas o della caccia alle volpi.

        • Michael

          Sicuramente hai ragione. Continuate pure a sfogare la vostra rabbia sui rumeni: sul biogas ne riparleremo tra qualche anno, e spero per voi tutti che adesso molte persone che pensano a “studiare” (come dice il nostro Nbc) si stiano sbagliando. Le ombre piuttosto inquietanti riguardano anche il business del biogas… Ma, torno a ripetere, fate come volete. Anzi, tolgo volentieri il disturbo. Visto che “ho studiato ma non conosco la realtà del territorio” andrò a farmi un giro in campagna… 😉

          • Michael

            E a proposito di conoscenza: cosa c’entrano i Rom con i rumeni?

  • Elia Siacca

    Caro puntino sulla i,
    Io avevo risposto a Micheal e mi risponde puntino sulla i,[ a meno che siate la stessa persona ]chi ci capisce qualcosa me lo faccia sapere .