Commenta

Altra morte sul lavoro, agricoltore perde la vita per esplosione in cascina

Un altro caso di morte sul lavoro nella serata di venerdì, dopo l’elettricista di Sospiro deceduto in seguito alla caduta da una scala. E’ accaduto a Soncino, nella cascina Guasti dei fratelli Grazioli. Vincenzo Grazioli, coltivatore diretto di 72 anni, impegnato nella riparazione della botte adibita al trasporto del liquame, è morto in seguito all’esplosione del carro intorno alle 19. Sul posto vigili del fuoco, carabinieri di Soncino, 118 e operatori dell’Asl. L’uomo stava utilizzando una saldatrice quando la fiamma dell’attrezzo è entrata in contatto con il gas presente nella botte. Questo ha scatenato una violenta esplosione della calotta d’ispezione che ha colpito mortalmente il 72enne alla testa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti