Commenta

Incidente sulla A14, casalaschi coinvolti Morto bimbo di San Giovanni in Croce

bimbo-auto

Nella foto: a sinistra l’auto dopo l’incidente, a destra Raffaele Tangari

AGGIORNAMENTO – Un bambino di 11 anni, Raffaele Tangari, di San Giovanni in Croce, è morto in seguito ad un incidente stradale avvenuto la notte scorsa lungo l’autostrada A14, nei pressi del comune di Cupra Marittima, in provincia di Ascoli Piceno. La madre del bimbo, Rosaria Parisi, e la sorella di 15 anni sono ricoverate in gravissime condizioni: per loro, prognosi riservata.

Con loro viaggiavano altri parenti: una famiglia intera di persone residenti in parte a Casalmaggiore, in parte a San Giovanni in Croce. La famiglia aveva raggiunto la Puglia per partecipare ad una cerimonia e durante il lungo viaggio di ritorno, – mentre viaggiava a bordo di un’Opel Frontera – è stata protagonista del gravissimo incidente costato la vita al piccolo di 11 anni.

Al volante vi era il 43enne P.D.C., zio del bimbo. Secondo una prima ricostruzione del sinistro, durante una manovra di sorpasso in galleria, l’auto avrebbe urtato un autoarticolato che trasportava fieno. La causa potrebbe essere lo scoppio di uno pneumatico. Drammatiche le conseguenze: mentre l’Opel Frontera si capovolgeva, il bambino veniva sbalzato fuori dall’abitacolo, all’altezza del chilometro 297+900 nord.

L’unidicenne è morto sul colpo, madre e sorella sono gravissime. Le altre tre persone a bordo dell’auto sono ricoverate all’ospedale di Fermo.

I veicoli coinvolti sono stati posti sotto sequestro, a disposizione della Procura di Fermo: è stato aperto un fascicolo per omicidio colposo. Anche la salma del piccolo è a disposizione della magistratura.

Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polstrada di Porto San Giorgio e di Ascoli Piceno, oltre a vigili del fuoco e a numerosi mezzi di soccorso.

Il traffico in A14 è rimasto bloccato fino alle ore 4,30.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti