2 Commenti

Striscione antisfratto nella parte sfitta delle ex Canossiane

evid

Sta montando la mobilitazione del Comitato antisfratto. Oggi è comparso uno striscione, su un immobile in attesa di ristrutturazione di via Bissolati, relativo all’occupazione delle case vuote, motivo che ritorna sempre nelle dichiarazioni diffuse a mezzo internet dal comitato. L’immobile a cui è stato affisso il lenzuolo appartiene all’ex complesso delle suore Canossiane, venduto una decina di anni fa ad una grossa impresa immobiliare che lo ha ristrutturato facendone appartamenti. L’unica parte su cui non è intervenuta è la porzione all’angolo con vicolo Ferrario, proprio di fronte alla ex caserma Manfredini, anch’essa una vasta area abbandonata in attesa di nuova destinazione. A fianco dell’immobile preso di mira c’è poi la chiesa di San Carlo, su cui era stato posto un vincolo per evitarne l’abbattimento e che era stata ceduta alla fondazione Moreni.  Non se ne conoscono ulteriori progetti di riutilizzo.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Comitato AntiSfratto

    L’azione è avvenuta oggi, 15 Maggio, all’interno della giornata di sciopero transnazionale.
    Di seguito il comunicato del Comitato AntiSfratto:

    Oggi, Mercoledì 15 Maggio, giornata di sciopero trans-nazionale, abbiamo occupato diversi stabili ALER, tenuti sfitti da tempo.
    Reputiamo gravissimo che vi siano abitazioni, sia in centro che in periferia, che potrebbero essere assegnate alla famiglie e che, invece, vengono lasciate vuote.
    L’ALER deve rispondere alla cittadinanza per questa inammissibile “negligenza”.
    Perché queste case vengono tenute sfitte?
    Noi la risposta la sappiamo.

    Se avvenisse l’assegnazione di una vasta parte del patrimonio immobiliare sfitto di Cremona i costi degli affitti subirebbero un calo drastico.
    I padroni del mattone sanno che ciò intaccherebbe i loro portafogli.
    Inoltre l’ALER sa che dovrebbe assegnare gli alloggi popolari anche a persone che, vivendo un dramma sociale acutissimo, non avrebbero la disponibilità economica per pagare perfino un affitto calmierato. Anteponendo il profitto alla dignità umana preferisce lasciare intere famiglie per strada.
    Constatiamo che L’ALER ristruttura i suoi immobili in modo scriteriato: rimettendo a nuovo alcuni appartamenti e trascurandone completamente altri.
    Spazi come l’ex-caserma di Via Bissolati devono essere requisite, recuperate e trasformate in spazi abitativi.
    In una giornata come quella di oggi esprimiamo la nostra più sentita solidarietà agli occupanti di Tot Tre Teste (Roma) e alla loro resistenza contro la speculazione edilizia e le troppe abitazioni sfitte.

    Mai più persone senza casa! Mai più case senza persone!
    La casa è un diritto, noi lo rivendicheremo!
    15 Maggio 2013

    Sportello per l’emergenza abitativa:
    Ogni mercoledì – dalle 20 alle 22
    Cremona, Via Mantova, 7/A
    Portoni Rossi, ex Foro Boario
    Contatti:
    nosfratti.cr@gmail.com
    Comitato Antisfratto

    • francesco

      cominciate a pagare l’affitto per i centri sociali! Barboni e lazzaroni!