Commenta

Contro Omofobia, volantini alle scuole e gazebo di Arcigay

omofobia

Il 17 maggio ricorre la Giornata Internazionale contro l’Omofobia, istituita dal Parlamento Europeo nel giorno in cui, nel 1990, l’omosessualità venne eliminata dalla lista delle malattie mentali dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, per ricordare le vittime dell’odio contro gli omosessuali e transessuali.
Arcigay ha organizzato su tutto il territorio nazionale una campagna di sensibilizzazione. In Provincia di Cremona oltre a volantinare davanti alle scuole superiori terremo banchetti di sensibilizzazione sabato 18 maggio dalle 15 alle 19 in Piazza Duomo a Crema e domenica 19 maggio dalle 15 alle 19 in Corso Campi a Cremona.
La campagna sarà diffusa attraverso decine di migliaia di manifesti, cartoline, locandine, adesivi e magliette con quattro slogan stampati a caratteri cubitali bianchi e neri su sfondo rosso: “Alcune persone sono gay/lesbiche/bisex/trans Fattene una ragione! e sarà supportata online dal sito www.NoOmofobia.it. “Lo slogan – spiega Gabriele Piazzoni, presidente provinciale Arcigay Cremona – si rivolge direttamente agli omofobi e a coloro che ipocritamente sostengono di essere vicino alle persone gay, lesbiche e trans e poi le ostacolano nel raggiungimento dei Diritti e della piena parità. E’ un slogan volutamente ruvido che invita gli italiani a prendere atto della banalità della realtà e che li incoraggia a confrontarsi e approfondire l’esclusione, il pregiudizio e l’indifferenza. E’ un messaggio semplice e diretto che contiene un prezioso invito al rispetto di tutti e tutte. E’ una richiesta inequivocabile che rivolgiamo a chi non vuole un confronto con questo tema. Gli italiani devono prendere semplicemente atto che l’amico, il parente, il vicino può anche essere gay, o lesbica o trans, che hanno la stessa dignità e devono avere gli stessi diritti. E che tutto questo giova alla società intera ed è una conquista di civiltà”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti