Un commento

Scoperti evasori fiscali nel settore della ristorazione

dogane

Nell’ambito dell’attività di contrasto dell’evasione dell’Iva intracomunitaria e delle accise su bevande alcoliche (birra), i funzionari doganali della Sezione Operativa Territoriale di Cremona, come riporta Agenparl, l’Agenzia parlamentare per l’informazione politica ed economica, hanno accertato un’evasione pari a euro 140.000, di cui 100.000 euro di Iva e 40.000 euro di accise, oltre alle sanzioni previste. Le società coinvolte, operanti in territorio cremonese nei settori della vendita di bevande alcoliche e della ristorazione, risultavano sconosciute al fisco, in quanto esercitavano in assenza di contabilità e omettevano di presentare le dichiarazioni fiscali. I rappresentanti legali delle società sono stati denunciati all’autorità giudiziaria.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Cesare Lombardi

    A proposito di evasione …. volevo portare a conoscenza di un caso eclatante di evasione fiscale.
    Nello scorso weekend durante la manifestazione “le corde dell’anima” mi trovavo in centro e mi sono recato in un famoso bar della zona per acquistare il gelato , mi sono recato alla cassa per pagare e ritirare lo scontrino per poi spostarmi al banco gelati , l’addetto alla cassa invece di farmi uno scontrino fiscale mi ha dato uno scontrino ad uso interno dei camerieri quindi NON FISCALE , come me anche le altre 4 o 5 persone che volevano il gelato hanno ricevuto il medesimo pezzo di carta.
    dopo la consegna del gelato ho chiesto “ma scusi ma questo è uno scontrino fiscale?” l’addetto con con faccia falsamente stupita mi ha detto che si era sbagliato e prontamente è andato alla cassa a battere lo scontrino VERO.
    Ora non oso immaginare gli incassi che avrà fatto tra venerdi sabato e domenica quel famosissimo bar e oso ancora meno immaginare quanti falsi scontrini avrà rifilato alle moltissime persone che avranno consumato nel suo esercizio , alla faccia di tutti quelli che le tasse le pagano “alla fonte”.
    E poi questa gente che fa soldi a palate ha pure il coraggio di fare la vittima perseguitata , supportata in pieno in questo lamentio petulante dalle rispettive corporazioni.