Commenta

Presentata la terza edizione del 'Triathlon Sprint European Cup'

triathlon

“Cremona ITU Triathlon Sprint European Cup” è stata presentata oggi presso Palazzo Comunale a Cremona. L’evento è alla terza edizione ed è organizzato dal Triathlon Cremona Stradivari sotto l’egida dell’European Triathlon Union (ETU), della Federazione Italiana Triathlon (Fitri) ed il sostegno delle autorità locali. Unica tappa italiana dell’ITU European Cup, la manifestazione ha come cornice il centro storico ed artistico di Cremona, città d’arte e della musica. I numeri confermano la crescita dell’evento: sono 125 gli atleti al via, provenienti da 28 nazioni. Quest’anno sono state inserite una gara dedicata al Paratriathlon ed una serie di eventi collaterali dedicati al pubblico. In conferenza stampa ha fatto gli onori di casa il consigliere con delega allo sport Marcello Ventura, sono intervenuti Renato Bertrandi, presidente ETU, Luigi Bianchi, presidente Fitri, Achille Cotrufo, presidente Coni provinciale, Massimo Ghezzi, Event manager, Marco Zoppi, race Director e le atlete Rebecca Robisch e Veronica Signorini.

“Cremona ITU Triathlon Sprint – ha sottolineato Ventura – è una gara che la città attende con molta trepidazione, perché sa che è un evento di grande fascino”. “Sono felice – ha sottolineato Bertrandi – di essere a Cremona, tappa italiana nel circuito europeo. E’ il terzo anno che la città ospita questo evento, capace di affermarsi in tempi brevi grazie ad una organizzazione che ha dimostrato di essere sempre all’altezza e di poter puntare più in alto”.
“Questo appuntamento – ha messo in luce Luigi Bianchi – è l’unica manifestazione che vede in Italia una gara del circuito di Coppa Europea ed è importante per il movimento italiano che è in continua crescita. E’ un evento che presenta inoltre un ottimo biglietto da visita con i percorsi nel centro cittadino: sarà un grande spettacolo”.

L’entusiasmo, la passione e le indicazioni sulla gara sono arrivate dalle parole di Ghezzi e di Zoppi. “E’ una gara che è stata a rischio – ha rivelato il presidente del Triathlon Stradivari – ma fortemente difesa e voluta e con grande soddisfazione ripresentiamo l’evento che porta di nuovo il triathlon internazionale in città. In questi tre anni la manifestazione ha avuto un impatto molto forte sul movimento locale, con una crescita ed uno sviluppo dell’attività, compresa quella giovanile”.
“I numeri sono importanti anche quest’anno – ha confermato Zoppi – con atleti da tutto il mondo”. Al suo fianco Robisch incalza: <Questa è una gara che mi piace molto, c’è tanto entusiasmo ed i tracciati nel centro cittadino sono davvero unici: spero di salire anche quest’anno sul podio>. Migliorare il proprio risultato è l’intento di Veronica Signorini: “E’ una gara molto veloce, io farò del mio meglio, con l’obiettivo di centrare un risultato ancora migliore rispetto ai precedenti”.

La gara si disputa su distanza Sprint (750mt nuoto, 20km bici, 5km corsa). La partenza è a Porto Canale, dov’è posta la prima zona cambio. In bicicletta è previsto il trasferimento sul circuito cittadino da ripetersi quattro volte con passaggio ed arrivo in piazza Stradivari per la seconda transizione. Il percorso podistico è su un anello da ripetersi tre volte, sempre nel centro cittadino, con arrivo in piazza Stradivari.

La gara di Paratriathlon – sono una decina gli atleti presenti – si svolge su distanza di Super Sprint: 400mt nuoto, 10km bici e 2,5km corsa.

Il programma gare:
ore 09.00 partenza Elite donne;
ore 10.30 partenza Paratriathlon;
ore 12.25 partenza Elite uomini.

L’appuntamento andrà in onda in differita su Rai Sport1 dalle 14.

Il week end internazionale continua domani con altri appuntamenti: gli atleti hanno in programma il briefing tecnico alle 18.

Dalle ore 17 sono organizzati eventi collaterali di fitness con il coinvolgimento del pubblico, in collaborazione con la palestra Mucca Viola, alle 21 è in programma una gara podistica aperta a tutti su percorsi che vedranno il giorno dopo gli atleti contendersi la vittoria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti