Commenta

Polo Tecnologie, progetto esecutivo pronto Trovato l'accordo con le aziende coinvolte

polo-tecnologie

Polo delle tecnologie. Il termine per accedere alla seconda fase del progetto Aster e per ottenere il contributo regionale pari a un milione di euro è il 14 giugno. A tre giorni dalla scadenza, gli uffici comunali stanno raccogliendo le ultime firme digitali delle aziende partecipanti per poi inviare mercoledì o giovedì il pacchetto completo a palazzo Lombardia. Il progetto esecutivo per l’insediamento di aziende di tecnologia avanzata nelle aree dell’ex Macello (ambito ‘City Hub’) è stato condiviso da Comune, consorzio di imprese Crit,  Politecnico e AemCom.

L’accordo con le aziende (meno di una decina), dunque, è stato perfezionato. Alcune ditte, più ‘pesanti’ in termini economici e di personale, chiedono più spazi e sono coinvolte da subito nell’insediamento. Altre, più piccole, potranno entrare successivamente a far parte del Polo delle Tecnologie. Si tratta di 6mila metri quadrati di superficie effettiva di fabbricati, 10-12mila destinati complessivamente al Polo. Un accordo è stato raggiunto con le imprese per quanto riguarda le agevolazioni. “Portare a casa un milione di euro – dice l’assessore del Comune Federico Fasani – ci consentirà di abbattere i costi di realizzazione perché parte sarà destinato alle aree pubbliche, parte agli edifici privati delle aziende”.

In più, sono valide per le aziende del Polo le agevolazioni previste nel pacchetto localizzativo: -50% di Tarsu in cinque anni, rinuncia dell’Imu (locale, non statale) in cinque anni, impegno da parte del Comune ad istruire le pratiche edilizie entro 40 giorni, consulenza delle associazioni di categoria, abbattimento oneri di urbanizzazione fino al 40% per edifici virtuosi, classe A+.

I tempi per l’inizio dei lavori, invece, non sono ancora stati stabiliti. “Di lavoro ancora da fare ce n’è – ha concluso Fasani – Per quanto riguarda le date, non mi sento di dire: quel giorno cominceranno a costruire. Ma non stiamo certamente perdendo tempo, questo è sicuro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti