Commenta

Ok del Comune alla differenziata 100% Porta a porta in 2300 edifici da gennaio

differenziata-evid

E’ arrivata da Aem Gestioni, ed è stata recepita in Giunta, l’integrazione al piano finanziario per il prossimo triennio per rendere possibile l’estensione della raccolta differenziata porta a porta. Attualmente il servizio viene svolto dal 2010 in tre soli quartieri. La richiesta di estensione era giunta dall’assessore Francesco Bordi ad Aem Gestioni durante la commissione Ambiente di circa due mesi  fa. La ridefinizione dei costi servirà anche come base per la definizione della tariffa della nuova Tares.

L’incremento del servizio, per un intero anno, costerà all’azienda 847mila euro l’anno in più. 2334 gli stabili da servire porta a porta, con la necessità di assumere 13 nuovi addetti alla raccolta e due addetti per il coordinamento. L’azienda ipotizza inoltre l’acquisto di nuovi contenitori dei rifiuti e dei sacchetti per 565mila euro (in parte già acquistati). L’implementazione del servizio renderà necessario l’acquisto di 16 nuovi automezzi e di 5 elettrocostipatori, oltre all’attuazione di ‘una adeguata campagna comunicativa al fine di massimizzare l’efficacia del nuovo servizio’.

Nel preventivo viene proposto al Comune anche il potenziamento del lavaggio strade, con l’acquisto di due minispazzatrici e l’assunzione di altri operatori.Il costo della raccolta differenziata così strutturata raggiungerà per il 2014 la cifra di 1,7 milioni di euro contro i 540mila del preventivo 2013: vi saranno però maggiori ricavi derivanti dal recupero dei materiali, dai 538mila del 2013 ai 621mila del 2014. Contestualmente i costi per la raccolta e smaltimento della indifferenziata scenderebbero dai 5,1 milioni dl 2013 ai 4,3 del 2014.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti