Commenta

80 anni di Avis, salita a 7,8% l'incidenza dei donatori su popolazione

avis

L’Avis di Cremona festeggia 80 anni di attività, proprio in occasione della Giornata Mondiale del donatore. Sala Quadri di palazzo comunale gremita per la celebrazione dell’anniversario e per la premiazione dei donatori. Presenti il sindaco di Cremona Oreste Perri (“Grazie perché mi fate essere orgoglioso della mia città”) e il consigliere della Regione Carlo Malvezzi, avisino, che ha ricordato il suo ingresso ‘maturo’ nell’associazione. Dopo i saluti del presidente Ferruccio Giovetti, forniti i dati dell’attività 2012. Con 349 presenze in più, l’Avis di Cremona conta 5.613 donatori attivi: incremento dell’1,96% nel 2012. 55 il totale degli aspiranti diciottenni, 416 gli aspiranti nuovi soci. 12mila 279 le donazioni effettuate nell’anno passato.

L’incidenza dei donatori del Comune di Cremona sulla popolazione totale è salita al 7,8% a fine 2012, superiore al dato di autosufficienza stabilito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità che è del 3-4%. La curva dell’età dei donatori attivi si sta spostando negli anni verso destra, evidenziando un progressivo invecchiamento della popolazione avisina: uno degli obiettivi principali del consiglio direttivo è, infatti, quello di attuare iniziative mirate ai giovani.

Il numero dei donatori sospesi è salito nell’ultimo biennio. Negli anni sono stati introdotti esami clinici e screening più selettivi e restrittivi, fondamentale per aumentare la sicurezza dell’attività donazione, a vantaggio dei beneficiari e dei donatori.

Ricordate le attività dell’Avis negli 80 anni: dagli eventi sportivi a quelli culturali, dalle iniziative di marketing e di promozione del dono del sangue ai percorsi nelle scuole.

“Voler festeggiare gli 80 anni di Avis – ha detto il presidente Ferruccio Giovinetti – è prima di tutto un rendere omaggio a quei nostri cittadini che nel 1933 diedero vita alla seconda Avis della Lombardia. Di acqua ne è passata sotto i ponti, ma se siamo qui lo dobbiamo a loro, alla loro intuizione, alla loro generosità, al loro senso civico”. Al termine della cerimonia inaugurata la mostra dedicata all’anniversario della sezione cremonese.

Ecco i premiati con distintivo in oro e rubino:

Luigi Agosti, Filippo Allegri, Giuseppe Allegri, Stefano Allegri, Giorgio Andrusiani, Orietta Ardigò, Gerardo Ardoli, Daniela Arini, Anna Rosa Arrigoni, Stefano Azzali, Enrico Bacchini, Paola Barboglio, Carolina Bardelli, Moreno Bassi, Elena Begarelli, Patrizia Bergonzi, Ivano Bini, Evro Bissolati, Antonella Bodini, Paolo Bodini, Giampietro Bonali, Silvio Cabrini, Antonio Cariani, Palmiro Cassio, John Ceruti, Bruno Chittò, Alessandro Chiusa, Giuseppe Cipeletti, Stefano Cortesi, Massimo Cremonini Bianchi, Michele Denti, Marco Farina, Pier Luigi Fontana, Claudio Gallina, Renato Ghignatti, Giacomo Gregori, Davide Lauritti, Maria Teresa Lavezzi, Annamaria Lazzarini, Dino Luzzara, Paolo Manfredini, Patrizio Manfredini, Giovanni Martini, Dario Mazzolari, Fabio Miglioli, Annalisa Milanesi, Leonardo Milanesi, Roberto Molinari, Antonio Molon, Franco Ottaviani, Daniele Paini, Gianfranca Pennacchio, Walter Perdomini, Maria Petesi, Massimo Piazzi, Floranna Pirotti, Massimo Priori, Giorgio Ramella, Paola Rastelli, Massimo Ratti, Massimo Rebecchi, Antonio Rebessi, Egidio Rossi, Marco Santi, Carmen Scarinzi, Marco Signori, Cinzia Squercia, Fabio Tortini, Aldo Tusi e Bruna Valduga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti