Commenta

I Musei devono aumentare le entrate ma dal 1 luglio saranno senza biglietteria

museo

Trasferite alla Fondazione Ponchielli le funzioni di biglietteria per il Museo del Violino, chi gestirà biglietteria e bookshop del Sistema Museale? A fine giugno scadrà la convenzione con Cremonabooks e l’assessorato alla Cultura ha già reso noto che non intende rinnovarla. Il Comune si sta attrezzando per utilizzare personale interno, una sorta di anticipazione di quel piano di riorganizzazione generale degli uffici che dovrebbe portare a dei risparmi di spesa. Dal canto suo l’assessore Nicoletta de Bona ha espresso l’auspicio che si vada verso una gestione unitaria di MdV e Sistema Museale, Nel frattempo, la stessa Cremonabooks ha offerto al Comune la disponibilità ad una proroga del servizio, fino a fine luglio. In modo da non lasciare sguarnito un servizio tutto da riorganizzare, quantomeno nelle more dell’inizio del nuovo corso. Un servizio oltretutto, che dovrà necessariamente aumentare le proprie entrate per far fronte ai noti tagli di bilancio. A questo scopo verranno introdotti i biglietti a pagamento  (1 euro) per le scuole che finora entravano gratis.

Alla proposta di Cremonabooks, però, per il momento non c’è ancora una risposta da parte dell’assessorato. La società editrice (tra i soci Fausto Cacciatori, Sabrina Miglio, Paolo Mantovani) specializzata nell’editoria liutaria, aveva ampliato la propria attività gestendo in convenzione col Comune gli ingressi sia agli archi di palazzo comunale sia al museo civico.  Inizialmente la percentuale spettante era del 45%, poi ridotta al 35%. Margini risicatissimi, considerati gli ingressi al museo e le spese per tre dipendenti.

Il problema adesso è la tempistica: ce la farà il Sistema Museale a formare personale interno per gestire biglietteria e bookshop? Probabilmente sì, ma per un museo che già prima faticava ad attirare visitatori paganti, adesso l’impresa è ancora più in salita, a causa dello svuotamento del museo Stradivariano e del prossimo trasloco, il 31 agosto, della collezione storica di palazzo Comunale al Museo del Violino (la collezione di strumenti a pizzico e chitarre d’epoca di Carlo Alberto Carutti arriverà soltanto in dicembre).

La tanto invocata gestione unitaria di MdV e Sistema Museale per il momento non  si sta realizzando, a tutto discapito delle già magre entrate della Cultura nel bilancio comunale.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti