2 Commenti

Immagini d'arte nei negozi sfitti Polizia turistica e nuovi itinerari Distretto commercio, così Comune e Ascom partecipano al bando regionale

distretto

Nuovi itinerari, riorganizzazione della Ztl, Polizia turistica, riqualificazione dei sagrati della chiese, videosorveglianza e mezzi di informazione visiva. Il Comune di Cremona ha approvato la partecipazione del Distretto Urbano del Commercio ‘Un salotto per Cremona’, l’area del centro storico della città, delimitata dal perimetro delle antiche mura medievali, al quinto bando regionale per i Distretti del Commercio, quest’anno dedicato all’Expo 2015. Il contributo regionale richiesto è di 60mila euro. Il cofinanziamento a carico del Comune 63mila 441 euro per 123mila 441 euro come costo totale dell’intervento. L’investimento a carico di Confcommercio Cremona è di 15mila euro con contributo dalla Regione di altri 15mila per nuovi strumenti per il monitoraggio dei flussi pedonali che verrano posizionati in Corso Garibaldi (angolo via dei Mille), Corso Garibaldi (angolo Palestro-Campi), Corso Campi-Corso Cavour, Piazza Roma-Corso Mazzini, Corso Matteotti-Corso Mazzini, Via Mercatello-Largo Beccaccino, Largo Boccaccino-Via Solferino, Piazza Stradivari-Via Monteverdi. I dati verranno rilevati nel corso del 2014.

5 ITINERARI PER I TURISTI

Sono cinque gli itinerari proposti da commercianti e Comune per rafforzare l’attrattività turistica di Cremona. Uno per ciascuna mezza giornata del week end. Un nome altisonante: “Itinerario Unesco per Expo: Andar in Cremona per violini e botteghe”. Si comincia il sabato mattina da piazza del Comune per dirigersi verso il nuovo polo di attrazione del Museo del Violino; quindi visita alla chiesa di San Pietro, ritorno lungo Corso Vittorio Emanuele e passaggio attraverso il mercato di piazza Stradivari.Il percorso prosegue verso il sagrato di S. Agostino e la chiesa di S. Omobono per concludersi a San Marcellino.
Il sabato pomeriggio il percorso parte sempre da piazza del Comune e va in direzione del quadrilatero dello shopping Solferino, Mazzini, Mercatello, largo Boccaccino; passaggio in piazza Stradivari per poi dirigersi verso corso Campi e corso Garibaldi, che il Comune intende pedonalizzare.Tra i punti di interesse del percorso, il consorzio Liutai Stradivari sotto la Camera di Commercio; la casa nuziale di Stradivari in corso Garibaldi; palazzo Trecchi e la chiesa di Santa Rita.
La domenica mattina si parte da piazza del Comune per attraversare galleria XXV aprile, i Giardini Pubblici, direzione piazza Lodi e chiesa di S. Abbondio. Da qui, tappa alla trattoria Cerri e finale al museo civico Ala Ponzone (dove viene erroneamente riportata la sede del museo Stradivariano).
Il quarto itinerario tocca come punti di interesse i portici di via Platina, corso XX Settembre, la chiesa di San Michele; e poi corso Matteotti con palazzo Fodri e palazzo Cavalcabò.
Un itinerario alternativo parte infine dal museo di storia naturale e arriva, attraverso al ciclabile di viale Po, fino alle Colonie Padane.

CINQUE PANCHINE PER LA ZTL E BIKE SHARING

“L’intervento – si legge nel progetto – mira ad agevolare il più possibile la libera circolazione pedonale all’interno del Distretto, così da rendere più piacevole e sicura la passeggiata nelle vie dello shopping, anche per i turisti che seguiranno l’itinerario Unesco”. In concreto, oltre alle modifiche alla viabilità, in primis la pedonalizzazione di corso Garibaldi, verranno acquistate cinque panchine con fioriere (costo 30mila euro) da installare – entro il 31 marzo 2014 – proprio sul corso.
Per quanto riguarda il bike sharing, entro il 31 dicembre 2013, previsti sviluppo e implementazione (121mila 767 mila euro senza contributo regionale dal bando) e bike sharing elettrico (122mila senza contributo regionale dal bando).

TELI CON IMMAGINI CITTADINE NEI NEGOZI SFITTI

Il Comune chiede 3mila 950 euro alla Regione (ne mette 4mila) per la riqualificazione dei sagrati delle chiese (San Vincenzo e palazzo vescovile) in programma entro il 30 settembre 2013. Sul commercio, due azioni: favorire l’impegno degli esercizi commerciali ad adeguarsi esteticamente agli standard del Distretto attraverso l’uniformazione degli arredi urbani (spese sostenute dai negozianti) e invitare i proprietari di negozi sfitti da più di 30 giorni ad esporre teli raffiguranti immagini e/o simboli tipici della città, chiedendo loro la disponibilità a concedere temporaneamente in uso i locali o a giovani artisti o per l’attivazione di temporary shop.

NUOVI PANNELLI PER IL MUSEO E WI-FI

In arrivo pannelli informativi in almeno due lingue (italiano e inglese). 25 i cartelli con l’indicazione del Museo del Violino con il codice QR che consente di acceder con il cellulare alla descrizione della risorsa. 6 pannelli informativi della cartografia della città e delle linee del Trasporto Pubblico. Totem per segnalare l’itinerario Unesco in piazza del Comune, segnaletica coordinata per l’indicazione dei parcheggi della città. Costo totale 67mila 130 euro: 33mila 565 euro sia dal Comune, sia dalla Regione.
Nel progetto, postazioni wi-fi all’aperto nel piazzale della stazione ferroviaria, nel piazzale ex tranvie, allo stadio, in piazza Libertà, in via Paletsro, in piazza Roma, in piazza Stradivari, in piazza del Comune, in piazza della Pace, in piazza Marconi e al parco Po. 77mila 600 euro tutti a carico del Comune.
Per l’implementazione del servizio di steward urbano, verrà rinnovato l’accordo con l’istituto Einaudi. 3mila 630 euro il costo del progetto, ripartiti in mille 815 euro tra Comune e Regione.

NUOVA SQUADRA DI POLIZIA TURISTICA

Il Comune intende avviare un percorso per la formazione di alcuni agenti di Polizia Municipale (che devono conoscere almeno una lingua straniera), specializzata nell’assistenza quotidiana dei turisti che entreranno a far parte della squadra di Polizia turistica, ad integrazione del servizio di steward urbano. Si prevede di concludere il corso e rilasciare i primi attestati di abilitazione entro il 31 marzo 2014. La squadra entrerà in funzione già nel corso del 2014. Non sono previste spese, salvo per la fornitura dei distintivi a cui si provvederà con risorse locali.

POTENZIAMENTO VIDEOSORVEGLIANZA

Infine, 8mila 380 euro per l’incremento della videosorveglianza in piazza Marconi. “In questo modo – si legge nel documento – si intende anche sostenere il rilancio delle numerose attività commerciali che operano nella piazza, che hanno sofferto a causa della prolungata presenza del cantiere per la realizzazione del parcheggio sotterraneo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • fantasia

    ma questi quà lo sanno che non ci sono neanche i vigili per fare l’ordinario, che non si trovano i soldi per pagare gli straordinari, che l’età media è di quasi 50 anni, e vogliono affrontare il problema dei ragazzi di colore in centro e all’ospedale, i parchi, le multe, le scuole, ecc. ecc. e si vanno ad inventare la POLIZIA TURISTICA ? Quelli di prima non erano tanto, ma questi….. (sommessamente) A CASA !!!

  • araba fenice

    Ma questi lo sanno che con simili “tacoon” i visitatori dell’Expo se ne guarderanno bene dal venire a Cremona? 120.000 euro? Ne avessero dati la metà ad una figura professionale seria per un progetto di rilancio vero, ma quando era il momento! È vero che nel 2015 questi incompetenti (per non dire altro! ) non saranno più al governo della città, ma visto che a loro non frega nulla dell’Expo potrebbero evitare di buttare via questi soldi! I 65.000 euro del comune farebbero comodo ai servizi sociali, tanto per dirne una! Quando la capiranno che “progetti” imbastiti tanto per fare servono solo a sprecare risorse importanti? Il verbo ‘investire’ questi proprio non lo conoscono.
    Quella dei teli sui negozi sfitti poi è esilarante!