Commenta

Volontariato in città, alla Caritas arrivano anche giovani di Fidenza e Trento

caritas

Ad aprile la Caritas cremonese aveva lanciato un appello ai giovani attraverso il sito della Diocesi: quest’estate fate un’esperienza di volontariato presso le strutture Caritas della città. Un appello accolto da alcuni ragazzi cremonesi che già si stanno adoperando presso le strutture dove è attiva la cooperativa “Servizi per l’Accoglienza”, ma anche da persone “extra Diocesi”. E’ il caso di alcuni studenti poco più che adolescenti di un istituto superiore di Fidenza, spinti dal proprio insegnante di religione. Arriveranno, dunque, giovani da Fidenza e anche da Trento a fare servizio di volontariato presso la Caritas cremonese. Mentre tra i cremonesi, hanno aderito all’appello ragazze provenienti da diverse zone pastorali della Diocesi che hanno scelto di spendere in forma residenziale il loro servizio presso Casa dell’Accoglienza. Con loro, una coppia di sposi, genitori della zona II, che trascorrerà le propri ferie estive insieme ai più bisognosi. Si aggiungeranno a chi già durante l’anno ha optato per un impegno settimanale continuato, per esempio i volontari di Amnesty International Cremona che tutti i sabato fanno scolarizzazione ad alcuni giovani profughi.
“Svolgeranno servizi che non fanno notizia – scrive don Maurizio Ghilardi, vicedirettore Caritas Cremonese – dei quali non si vedono immediati risultati, ma che creano e mantengono vivi rapporti sempre utili a testimoniare la possibilità di un mondo con meno pre-comprensioni, dalle distanze accorciate. Per qualche ora della settimana potranno sentirsi davvero uguali nei bisogni e nei desideri, con le stesse domande interiori alle quali si danno risposte molto simili. Una possibilità che lascerà in tutti il sapore e il gusto di un incontro non calcolato e provvidenziale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti