Commenta

Nelle case cremonesi, l'avviso della Tares Giunta: approvazione tariffe entro settembre Il Pd interroga: servono chiarimenti

bidoni-evid

Nelle case dei cremonesi sta arrivando l’ennesimo avviso di pagamento. E’ spedito dal Concessionario R.T.I. ICA – ABACO e riguarda l’acconto Tares anno 2013. La Tarsu è stata sostituita, a livello nazionale, dalla Tares (Tributo sui Rifiuti e sui Servizi). La Giunta Perri non ha ancora approvato le tariffe da applicare nel Comune di Cremona, ma il Consiglio Comunale ha già deliberato il versamento in due rate d’acconto, scadenti il 31 luglio e il 30 settembre, mentre con la terza rata, a saldo, che scadrà il 2 dicembre, verrà effettuato il conguaglio di quanto dovuto. Verrà applicata la regolamentazione Tares (in vigore dal 1 gennaio), che impone l’applicazione di una quota standard di 0,30 euro al metro quadrato per la copertura dei costi servizi indivisibili. Sicuramente sarà una batosta che arriverà oltretutto quasi in simultanea con la seconda rata Imu. La lettera in questione riguarda appunto le due rate di acconto Tares determinate per il momento secondo i criteri della “vecchia” TARSU.

Entro il 30 settembre 2013 il Consiglio comunale, salvo eventuali modifiche normative, approverà le tariffe definitive della Tares, e sarà così possibile calcolare l’importo effettivamente dovuto per l’anno 2013. Sarà quindi inviata una nuova comunicazione per il pagamento della terza e ultima rata (saldo) che sarà calcolata togliendo dall’importo complessivamente dovuto per la Tares quanto già versato in acconto con le prime due rate. Il pagamento delle due rate d’acconto può essere eseguito in un’unica soluzione (entro il 31 luglio) oppure in due rate (scadenze 31 luglio, 30 settembre), utilizzando i bollettini allegati all’avviso o cartella di pagamento ricevuta.

Il pagamento può essere effettuato presso il Concessionario, in viale Trento Trieste 16 – tel. 0372/ 30783; presso tutti gli sportelli delle Poste Italiane; presso tutti gli sportelli della Banca Popolare di Cremona – Gruppo Banco Popolare; presso qualsiasi istituto bancario utilizzando il bollettino freccia prestampato; con domiciliazione bancaria (RID); on line dal sito www.rti-ica-abaco.it, in un’unica soluzione presso i totem installati dal Concessionario in piazza Stradivari, via Ghisleri (Esselunga), via della Cooperazione (Coop), via Nino Bixio, piazza Aldo Moro (Punto Salute), San Felice (Centro Civico San Felice).

INTERROGAZIONE DEL PD: CHIARIMENTI

Il Pd chiede spiegazioni sulla Tares. Depositata un’interrogazione a firma Manfredini, Caterina Ruggeri e Roberto Poli. “In questi giorni stanno arrivando nelle case dei cittadini cremonesi gli avvisi di pagamento della tares, ma sulla tariffa complessiva che verrà applicata non si sa nulla – dicono i democratici – Per questo riteniamo utile che la Giunta Perri spieghi nel dettaglio le scelte che intende compiere”. Ecco le richieste: qual è l’aumento percentuale medio previsto della tariffa passando da Tarsu a Tares; come intende ripartire la tariffa tra le abitazioni residenziali e le attività commerciali e imprese; quali agevolazioni e esenzioni intende proporre in base all’art 14 del DL 201/2011; come intende organizzare l’estensione del servizio di raccolta differenziata a partire dal 1 gennaio 2014; quando verrà presentato il piano di comunicazione del nuovo servizio di raccolta differenziata dei rifiuti “porta a porta” su tutto il territorio; se i cassonetti verranno eliminati definitivamente dalle strade dal 1° gennaio 2014.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti