Un commento

La Provincia cerca un coordinatore del sistema museale

provincia

La Provincia di Cremona cerca un coordinatore del proprio sistema messale. L’avviso di selezione è stato pubblicato sull’albo pretorio dell’Ente guidato da Massimiliano Salini. “La Provincia di Cremona, ai sensi dell’art. 5, lettera b) del Protocollo d’intesa tra la Provincia di Cremona e i Comuni di Cremona, Crema, Casalmaggiore, Castelleone, Madignano, Offanengo, Ostiano, Paderno Ponchielli, Piadena, Pizzighettone, San Daniele Po, Soresina, l’Associazione Museo del lino di Pescarolo, il Gruppo Archeologico Aquaria di Gallignano di Soncino, l’Associazione Pro.loco di Soncino, l’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci di Soncino, approvato con Deliberazione della Giunta Provinciale n. 276 del 17.07.2012, per l’istituzione del Sistema museale della provincia di Cremona, si impegna a dotare il Sistema museale della figura di un coordinatore cui sono attribuiti i seguenti compiti: supportare la programmazione delle attività del sistema nei tempi e nella modalità previste dall’Assemblea del Sistema; coordinare le attività del Comitato tecnico  scientifico; coordinare in modo continuativo i Gruppi di lavoro eventualmente costituiti; monitorare e verificare l’andamento dei progetti promossi a livello di Sistema; rappresentare il Sistema museale presso il Coordinamento delle Reti del Distretto Culturale per la pianificazione delle azioni culturali individuate a livello di Distretto; elaborare un report annuale sulle attività del Sistema che renda conto dei risultati raggiunti e delle criticità individuate, da sottoporre all’Assemblea del Sistema per la pianificazione degli interventi migliorativi per il Sistema stesso; verificare annualmente il mantenimento dei requisiti dei musei. Queste le caratteristiche: ottima competenza e comprovata esperienza in progettazione culturale e integrata; buona competenza e comprovata esperienza in ambito museologico: conoscenza delle principali problematiche inerenti la gestione di tutte le attività caratterizzanti i musei (conservazione, ricerca, catalogazione, museografia, attività per il pubblico, comunicazione); buona conoscenza del territorio cremonese e lombardo; conoscenza delle principali norme e procedure che regolano i rapporti tra le amministrazioni pubbliche.
Sarà oggetto di valutazione anche l’eventuale esperienza maturata nell’ambito del progetto Distretti culturali di Fondazione Cariplo. La selezione avverrà, ad insindacabile giudizio dell’Ente, attraverso la valutazione del curriculum vitae di ciascun candidato. L’incarico avrà durata a decorrere dall’esecutività del provvedimento di conferimento, secondo le modalità comunicate dagli Uffici, fino al 31 maggio 2014. L’importo lordo omnicomprensivo della prestazione sarà di 10mila euro, oltre IVA ai termini di legge. Termine della presentazione dei curricula ore 12 del 15 luglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Carlo

    Ma secondo voi 10000 € sono una cifra decente??? chi vuoi che faccia tutto quel lavoro per così poco??