Commenta

Pgt in Provincia, commissione il 17 luglio Ma la Lega si sfila dal dibattito

pgt

La commissione Controllo e Garanzia della Provincia si terrà il 17 luglio alle 15. La convocazione è giunta ai componenti nel primo pomeriggio di lunedì 15 e contiene ancora l’invito all’assessore all’urbanistica del Comune Federico Fasani (che aveva già declinato), ai presidenti di Confesercenti e Ascom Giuseppe Bini e Claudio Pugnoli, al consigliere con delega al commercio del Comune Domenico  Maschi. Sarà una discussione puramente politica perchè ormai la parte tecnica è stata sviscerata prima dell’adozione, da parte degli uffici provinciali che dovevano valutare la compatibilità del Pgt  con il Piano territoriale di coordinamento (Ptcp). Da quell’esame erano emerse molte prescrizioni ed osservazioni. Sgomberato il campo dagli appunti tecnici, non più di competenza del consiglio provinciale, si aprono però i risvolti politici.

La mail inviata ai consiglieri

Inizialmente si parlava di una riunione congiunta tra commissione Controllo e Garanzia e quella del Territorio. A convocarla  era stato il presidente del consiglio provinciale Carlo Alberto Ghidotti. “Ero stato sollecitato da alcuni consiglieri – spiega –  e in particolare dai presidenti delle commissioni Territorio e Garanzia (rispettivamente il leghista Degani e la Zanacchi del Pd, ndr), a riportare l’argomento in discussione, soprattutto per sviscerare gli aspetti legati all’area produttiva – commerciale di via Mantova. Istituzionalmente ero in dovere di fare la doppia convocazione. Ho successivamente preso atto che Degani ha sconvocato la Territorio e di conseguenza è decaduta la riunione in forma congiunta. Penso che resti la volontà da parte di Zanacchi di convocare la Garanzia”.

Le divisioni che hanno contraddistinto il Pdl in Comune in merito al Pgt sono approdate anche tra i consiglieri provinciali, anche se, come sempre è avvenuto in questi quattro anni di centrodestra, in forme molto più smussate.  Gli esponenti della corrente ciellina dell’ex assessore all’urbanistica Carlo Malvezzi non hanno nessuna intenzione di riaprire il confronto su un argomento spinoso che ha già diviso il consiglio comunale (astenuto lo stesso Ghidotti, contrari Domenico Maschi e Andrea Vacchelli).  Su questa falsariga anche il successore di Malvezzi, Federico Fasani, che aveva fatto sapere di non intendere partecipare alla doppia commissione in quanto già impegnato. La componente del Pdl più vicina in questo momento agli interessi dei commercianti, ci teneva invece a riaprire l’argomento. La Lega ha tentennato tra le due posizioni, prima chiedendo attraverso Degani, la convocazione della Territorio, poi tirandosi indietro.

“Impensabile che un presidente si accordi per una congiunta e poi senza motivazioni decida di annullarla – il commento di Andrea Virgilio del Pd – Farò probabilmente un’interrogazione sul tema. Per quanto riguarda il Pgt, il Pdl adesso dice che non è di competenza della Provincia, ma è un diritto del consiglio provinciale, dopo che la Giunta Salini ha fatto osservazioni critiche, approfondire il tema. Si aggrappano alla questione di competenza per non far vedere che sono spaccati all’interno. La maggioranza in Provincia è imbarazzata e vorrebbe si usassero toni ‘soft'”. L’eventuale mancanza del numero legale potrebbe vanificare la commissione, togliendo così d’impaccio i consiglieri. “La mancata condivisione di intenti tra Comune e Provincia sta danneggiando il territorio”, la conclusione di Andrea Virgilio, Pd.

La presidente della commissione Garanzia Maria Rosa Zanacchi spiega i motivi della convocazione: “La Giunta provinciale ha deliberato il 4 giugno scorso, tra l’altro ponendo molte prescrizioni sul Pgt. Da allora, più nessuna convocazione di consiglio provinciale, pertanto non c’è più stato modo di affrontare pubblicamente un argomento che aveva suscitato molte reazioni. Il Pgt del comune di Cremona tornerà ancora in Consiglio, il 26 luglio prossimo, pertanto un approfondimento in sede di commissione mi sembra opportuno. Inizialmente anche il presidente della Territorio aveva dato disponibilità a riunirsi in forma congiunta. Quanto alla presenza degli amministratori comunali, l’assessore Fasani e il consigliere Maschi, cortesia imporrebbe che prendessero parte alla riunione”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti