Commenta

Guardie giurate e biglietteria, qualche vigile interessato al museo

museo

Il piano di risparmio sulle spese per il personale del Comune comincia non dai dirigenti ma dagli impiegati del settore museale.  In particolare, va in porto il programma ipotizzato in fase di bilancio preventivo, di tagliare il contratto con le guardie giurate (valore circa 280mila euro l’anno) e con Cremonabooks, la società che fino al 31 luglio gestisce in convenzione biglietteria e bookshop sia della collezione storica che del Museo Civico di palazzo Affaitati. Tanto per cominciare, dal 1 agosto a palazzo Comunale  saranno i tre uscieri che si turnano alla porta d’ingresso del salone dei Quadri,  a vendere i biglietti per gli Archi della collezione storica. E lo faranno fino a al 31 agosto, quando i capolavori di Stradivari, Guarneri del Gesù e Amati saranno trasferiti al Museo del Violino. Trattandosi di un biglietto unico, potrà essere utilizzato anche per sale di palazzo Affaitati. Qui, fino al 14 settembre (inaugurazione del MdV), resteranno operativi gli addetti di Cremonabooks, ma anche per loro si tratterà di un incarico a scadenza.  Sta per scadere infatti (il 2 agosto) l’avviso di mobilità interna datato 4 luglio, con cui l’ufficio personale invita i dipendenti delle categorie B e C a dare disponibilità per cambiare mansione, prestando servizio presso la sede museale, come addetto alla biglietteria o custode delle sale oppure guardia giurata. Quest’ultimo incarico potrà essere svolto previa acquisizione di brevetto, da conseguire in Prefettura.  Difficile ipotizzare da quale settore del Comune inizierà l’esodo, ammesso che vi sia.  Qualche lavoratore ha già manifestato interesse allo spostamento, tra cui alcuni agenti della Polizia Locale. Bisognerà vedere se comandante e assessore del settore saranno disponibili a privarsene.

I candidati dovranno comunque sostenere un colloqui prima di essere giudicati idonei alle nuove mansioni. Con la piena operatività del Museo del Violino, a metà settembre, è poi in programma la gestione unificata, tramite software,  per i biglietti di tutte le sedi museali cremonesi.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti