Un commento

Imbarcazioni ancora nel mirino dei ladri del Po, via i motori

motore

Tornano a colpire i ladri di barche. L’ultimo furto di due imbarcazioni è stato messo a segno nella notte tra mercoledì e giovedì. Via un “Cap 21” da 150 cavalli ormeggiato alla Mac e un gommone. Entrambi sono stati ritrovati nella zona di Zibello senza motore. Il bottino si aggira sui 50.000 euro. L’ultima razzia di questo genere risale a non molto tempo fa. In quell’occasione erano state rubate altre tre barche. A nulla sono serviti i sistemi di videosorveglianza installati dai responsabili della Mac proprio per scongiurare questi episodi che invece puntualmente tornano a verificarsi. Solitamente i responsabili di questi furti arrivano a bordo di piccole imbarcazioni dotati di cesoie con cui rompono le catene degli attracchi. Dopodichè conducono i natanti verso un posto sicuro e isolato e li spogliano dei motori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • diciamo come stanno le cose..il fiume Po è allo sbando.nn ci sono piu controlli.basta vedere il sabato e la domenica le corse che fanno certi motoscafi.purtroppo dei carabinieri che pattugliavano il fiume”avanti e indietro”non cè piu traccia!quindi oltre ai furti,alle corse di neo schumacher del fiume e alle scorribande di pescatori di frodo,il furto dei motori è solo la ciliegina sulla torta!ma come sempre in italia si rimpallano le responsabilità di chi debba controllare il nostro fiume.
    siamo in europa,ma non cè paragone su come son “vissuti”altri fiumi come il tamigi o la senna.