Commenta

Vertici della Prefettura al femminile, vice è Roberta Verrusio

verrusio

Nella foto, Verrusio

AGGIORNAMENTO – Vertici della Prefettura al femminile. Dopo l’arrivo di Paola Picciafuochi in seguito al pensionamento di Tencredi Bruno di Clarafond, anche il ruolo di viceprefetto è stato affidato a una donna. Il posto lasciato da Emilia Giordano (in pensione) resta “rosa”: è andato infatti a Roberta Verrusio Grippa Scafati. L’incarico, deciso un paio di settimane fa, inizierà ufficialmente fra qualche giorno. Attesa una nota ufficiale dalla Prefettura di Cremona nelle prossime ore. La Verrusio, 49enne, laureata in giurisprudenza, viene da Brescia, dove ricopriva il ruolo di capo di gabinetto. Ha lavorato, in passato, alla Prefettura di Pavia (dirigendo le aree “Ordine e sicurezza pubblica” e “Protezione e soccorso pubblico”) e alla Prefettura di Belluno (ha ricoperto l’incarico di capo di gabinetto e durante il servizio è stata promossa alla qualifica di viceprefetto). E’ stata inoltre commissario straordinario dei comuni di Soiano del Lago e Adro (Brescia) e subcommissario presso il comune di Darfo Boario Terme (Brescia).

Questo il comunicato stampa giunto dalla Prefettura, che annuncia per il 21 agosto prossimo alle 12,30 l’incontro di presentazione del nuovo vice prefetto ai dipendenti: “Mercoledì 21 agosto p.v., prenderà servizio, presso questa Prefettura, la Dr.ssa Roberta Verrusio Grippa Scafati, designata dal Prefetto quale nuovo Vice Prefetto Vicario Coordinatore. La dirigente, nata il 4 gennaio 1964 ad Ariano Irpino (AV), laureata in giurisprudenza presso l’Università Federico II° di Napoli ed abilitata alla professione forense, è entrata nei ruoli del Ministero dell’Interno nell’aprile del 1989. La stessa ha avuto, quale sede di prima assegnazione, la Prefettura di Brescia, ed ha, successivamente, prestato servizio presso le Prefetture di Belluno e Pavia, per tornare, quindi, alla sede di Brescia nel 2010. Nel corso della sua carriera, la Dr.ssa Verrusio ha rivestito numerosi, rilevanti incarichi dirigenziali in tutti i settori di competenza della Prefettura, compresi quelli rientranti nell’ambito dell’Ufficio di Gabinetto, dell’Area I (Ordine e Sicurezza pubblica) e dell’Area II (Raccordo con gli Enti locali ed Elettorale)”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti