Commenta

Crisi anche sul lavoro degli stranieri Calano del 6,2% i soldi spediti a casa

RIMESSE

Il lavoro degli immigrati pesa in Lombardia e rappresenta una ricchezza per il territorio ma anche una fonte di sostentamento significativa per i Paesi da cui molti arrivano. Anche sugli stranieri però si fa sentire l’effetto della crisi: nel 2012 infatti le rimesse degli immigrati stranieri sono diminuite del 7,9% passando da circa 1,6 a 1,5 miliardi di euro con un peso del 21,2% sul totale delle rimesse italiane. Cina, Filippine, Romania e Perù i Paesi principali destinatari con la Cina che da sola pesa un terzo (33%) sul totale e continua a crescere, +8,9% in un anno, in controtendenza rispetto all’andamento complessivo delle rimesse.
In media gli immigrati lombardi hanno mandato a casa 1.524 euro a testa con punte per la provincia di Milano (2.975 euro) e gli immigrati cinesi (10.408 euro in media considerando solo i cinesi residenti in regione).
21milioni 382 mila euro i soldi che sono partiti dal territorio cremonese nel 2012, per un peso di 1,5% sul totale della regione. La variazione tra 2011 e 2012 è stata negativa: -6,2% (Cremona con Lodi, Milano e Varese è nel gruppo delle messe peggio). In particolare, per quanto riguarda la Cina, da Cremona si sono contati nel 2012 60mila euro di rimesse, in diminuzione del 39,1% rispetto a quelle del 2011 (98mila euro).
I dati sono frutto di un’elaborazione della Camera di Commercio di Milano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti