Commenta

Vacanze gratis in agriturismo, truffatore incallito colpisce ancora

Nella foto, un agriturismo

Vacanze gratis in un agriturismo grazie ad una ricevuta di un bonifico rivelatosi inesistente. Un 45enne (F.B.), noto alle forze dell’ordine e da tempo domiciliato con la famiglia nel circondario di Crema, sedicente manager di una fantomatica azienda farmaceutica, è stato denunciato per truffa ai danni di un agriturismo di Ancarano, frazione di Rivergaro, in Val Trebbia. Della vicenda si stanno occupando i carabinieri del luogo. La piacentina titolare della struttura ricettiva ha raccontato ai militari che l’uomo ha trascorso nell’agriturismo, in vacanza, quasi cinque settimane, lasciando un falso acconto di mille euro e scappando di nascosto. Come accennato, il 45enne è accusato di aver stampato una ricevuta di un bonifico mai effettuato. Sono risultati inutili i tentativi del creditore di rintracciare l’uomo: da tempo è irreperibile al suo indirizzo. I carabinieri della Compagnia di Crema hanno ricevuto notizia dell’accaduto e hanno fornito alla stazione dell’Arma di Rivergaro le informazioni necessarie per proseguire le indagini. Molte le truffe attribuite al 45enne, all’apparenza mite e affidabile. Fino al 1995 dipendente di una ditte produttrice di sanitari emiliana, dal 1996 rappresentate di commercio, dopo qualche anno è stato condannato per appropriazione indebita, poi per truffe e insolvenza fraudolenta. E’ stato arrestato nel 2011 per un cumulo di pene ed è stato scarcerato nel 2012.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti