Un commento

Rilancio del Coloniale con i big del rap Si lavora per Marracash, Club Dogo e Fabri Fibra "E pensiamo a progetto senza sala gioco"

coloniale

Work in progress al Coloniale di Cremona. Lo storico gestore del noto locale di Cremona, Luciano Zanchi, rimane nel Cda, ma viene affiancato da Edoardo Fugazza, presidente del Fipe di Cremona, titolare della Tisaneria e del Pizzanet di piazza della Pace, oltre che della pizzeria Il Pomodoro di corso Mazzini. Una collaborazione che mira a portare nelle ex Colonie Padane grandi cambiamenti. Al sabato rimarrà la formula già rodata della musica dal vivo e discoteca. La novità è infrasettimanale. In un giorno fisso ancora da stabilire, forse il mercoledì o il giovedì, spazio ai big del rap nazionale. Si lavora per nomi come Marracash, Club Dogo e Fabri Fibra. Possibilità di aperture anche al venerdì e per il lunedì sono in corso trattative per una serata latino-americana.

Nuove anche sul fronte degli spazi. Il locale ha guadagnato una nuova sala in cui posizionare il ristorante che precedentemente veniva aperto solo in occasione di Capodanno e Festa della donna.

Parteciperà al progetto anche SdM & RaNdOm Web Radio, radio ufficiale del Coloniale. Verrà allestito uno studio radiofonico dove intervistare le band a margine del concerto con tanto di vero e proprio salottino per assistere alle dirette.

Novità importanti, queste, che  riportano in primo piano il degrado dell’intero comparto delle ex Colonie Padane. Proprio il gestore storico del locale aveva fatto pervenire in Comune un progetto per la riqualificazione dello stabile e del parco e per la relativa gestione. Un progetto rifiutato dall’amministrazione perché prevedeva una sala gioco che – a detta del proponente – serviva per il rientro dalle spese. “Le Colonie Padane non possono diventare una piccola Las Vegas”, ha spiegato l’assessore all’Urbanistica Federico Fasani. Sono scaduti i tre mesi di tempo per la ripresentazione del progetto senza la sala gioco, ma qualcosa si muove. “Stiamo valutando se ripresentare un nuovo progetto – ha spiegato Fugazza – e presentare qualcosa d’altro. Dobbiamo inventarci qualcosa che ci permetta di rientrare dai costi ingenti per i lavori di riqualificazione del comparto, per i quali ci vogliono 3 milioni e mezzo di euro”.

Intanto, ecco il programma dei concerti del sabato.

sabato, settembre 21, 2013

Oxxxa

sabato, settembre 28, 2013

Anima

sabato, ottobre 05, 2013

Deja’Vu

sabato, ottobre 12, 2013

6come6

sabato, ottobre 19, 2013

Vinile

sabato, ottobre 26, 2013

OxxxA

sabato, novembre 02, 2013

Riflesso

sabato, novembre 09, 2013

Effetto Rebound

sabato, novembre 16, 2013

Deja’Vu

sabato, novembre 23, 2013

Exes

sabato, novembre 30, 2013

OxxxA

sabato, dicembre 07, 2013

Intrigo

sabato, dicembre 14, 2013

Quinto elemento

sabato, dicembre 21, 2013

Fabio Supernova

sabato, dicembre 28, 2013

6come6

martedì, dicembre 31, 2013

OxxxA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Enzo

    Parole parole parole…